Il Sudafrica piange la morte dell’arcivescovo Desmon Tutu

Tempo di lettura: 2 minuti

A dare l’annuncio della morte a 90 anni dell’arcivescovo emerito Desmon Tutu, il presidente Cyril Ramaphosa, che ha inviato a nome della nazione le condoglianze ai familiari.  “La morte dell’arcivescovo Desmond Tutu è una grande perdita per la nostra nazione, una generazione di importanti sudafricani che ci ha lasciato in eredità un Sudafrica liberato”, ha affermato il presidente. Ramaphosa ha rimarcato la straordinaria intelligenza dell’arcivescovo, la sua integrità e la sua forza nella lotta all’apartheid, qualità che ha unito coloro che hanno sofferto per molti anni l’oppressione. Insignito del Premio Nobel per la pace nel 1984 per la lotta contro la brutale oppressione razzista, Tutu è considerato una delle figure chiave della storia sudafricana contemporanea. Una vita, la sua, segnata da una costante difesa dei diritti umani, cosa che lo ha portato a prendere le distanze in numerose occasioni dalla gerarchia ecclesiastica, per difendere apertamente posizioni come i diritti omosessuali e l’eutanasia. Negli ultimi anni si era tenuto lontano dalla vita pubblica a causa della sua età avanzata e dei problemi di salute che si trascinava da anni. E’ morto a Cape Town dopo una dura lotta contro il  cancro alla prostata.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI