Modica. Nuova aggressione al gestore del Ku Fu. Danni al locale – Video

Tempo di lettura: 2 minuti

Nuova aggressione a distanza di qualche mese, ai danni del gestore del pub Ku Fu di Via Grimaldi a Modica. Uno straniero, per  futili motivi  ha preso a distruggere tavoli e sedie che si trovavano all’esterno del locale. Nel momento in cui è intervenuto il proprietario, Luca Stracquadanio, il giovane ha inveito contro colpendolo con una sedia. L’esercente è, comunque, riusciti a rifugiarsi all’interno mentre l’aggressore gli lanciava contro una sedia minacciandolo di morte, trattenuto a stento da un paio di altri giovani che alla fine lo allontanano. Tutto aveva avuto origine dall’esortazione ad alcuni giovani da parte di Stracquadanio ad allontanarsi dal suo locale, per non creare assembramenti. Lo straniero rivolge il dito medio al commerciante, che risponde per le rime. A quel punto lo straniero perde la testa e comincia a distruggere tavoli e sedie all’aperto, mentre alcuni presenti tentano invano di fermarlo. Il tizio, come accennato, imbraccia una sedia con l’intenzione di fracassarla contro Stracquadanio, che riesce a trovare scampo nel suo stesso locale. Non è la prima volta che il titolare del Ku Fu rischia grosso: già la scorsa estate era stato picchiato da un paio di 20enni, che avevano anche vandalizzato il locale, causando danni per 10.000 euro. I 2 aggressori in questione erano stati identificati e arrestati circa 2 settimane fa dalla polizia. Ora quest’altro violento episodio, che avrebbe potuto causare feriti e ben più gravi conseguenze, rispetto a qualche tavolo e sedia sfasciati. In queste ore la vittima sta valutando di presentare denuncia per l’aggressione e i danni al locale ancora una volta subiti nell’ambito di una movida notturna sempre più imbarbarita, nonostante i controlli intensificati da parte delle forze dell’ordine.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI