Erasmus+ – “Greener together”- il “Grimaldi” di Modica vola in Bulgaria

Tempo di lettura: 2 minuti

L’esperienza Erasmus+ continua per l’IPS “Principi Grimaldi” di Modica. Due studentesse della sede centrale e tre della sede distaccata di Chiaramonte Gulfi hanno appena partecipato alla seconda  mobilità in uscita del progetto Erasmus+ Greenertogether, Greener to our planet” in Bulgaria, presso la città di Sliven a 300 km circa dalla capitale Sofia.

Dal 31 ottobre al 5 novembre 2021 le cinque studentesse, accompagnate dai docenti proff. Antonio Gurrieri e Marina Tidona, hanno vissuto insieme ad altri studenti dei paesi partner provenienti da Turchia, Romania, Spagna e Bulgaria,un’esperienza formativa entusiasmante e coinvolgente che ha permesso loro di approfondire le tematiche inerenti alprogetto. Temi quali la tutela e la salvaguardia dell’ambiente hanno rappresentato il trait d’union delle attività svolte durante la settimana. Sono state effettuate delle passeggiate tra i boschi del parco naturale “Sinite Kamani” nell’area di Karandila, per raccogliere, non solo rifiuti ma anche foglie e ghiande da riutilizzare durante specifiche attività svolte nella scuola ospitante, la “Hadji Mina Pashov” di Sliven. La visita didattica ad una fabbrica di smaltimento e compostaggio di materiale plastico ha permesso di conoscere meglio la realtà locale e la sensibilità del paese ospitante riguardo ai temi del riciclo. Le studentesse hanno altresì partecipato attivamente apportando un loro contributo personale attraverso una ricerca sulla gestione della raccolta differenziata nella città di Modica e in seno alla scuola. Contributo molto apprezzato durante lapresentazione collegiale avvenuta nei locali della scuolabulgara e che ha concluso i lavori di questa fase del progetto. I giorni di permanenza e di convivenza tra studenti di lingue e culture diverse hanno permesso loro di comunicare non solo in lingua inglese, lingua di lavoro del progetto Erasmus, ma anche di arricchirsi linguisticamente in un’ottica plurilingue. Per il piacere di far conoscere il proprio idioma all’altro, i ragazzi hanno improvvisato lezioni di lingua spagnola, turca, bulgara, rumena e italiana. Un melting pot linguistico culturale che ha coinvolto emotivamente non solo gli studentima anche i docenti accompagnatori, i quali si sono datiappuntamento a gennaio per la prossima tappa della mobilitànella città di Adra, nel sud della Spagna.

La ripresa delle mobilità Erasmus+, che sono il fiore all’occhiello dell’offerta formativa dell’Istituto, infonde speranza e voglia di condivisione da parte dei ragazzi che da troppo tempo ormai sono costretti a vivere una realtà virtualee sempre più limitante.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI