“Modica svelata”. La Cripta di San Domenico

Tempo di lettura: 2 minuti

Non solo un tour cittadino ma un modo per conoscere Modica da un punta di vista diverso dal solito. In questi giorni  il Centro Studi “Placido Carrafa” è impegnato a raccontare e a fare vedere la Modica “nascosta” attraverso l’iniziativa “Modica Svelata”.

La novità e’ la Cripta di San Domenico.

Scoperta nel 1972 da Giovanni Modica Scala, comandante della Polizia Locale Modica, appassionato cultore della storia della città e del territorio, la Cripta di San Domenico è l’unico sito sotterraneo visitabile della città e l’unica cripta decorata.

Due camere di sepoltura in cui si conservano affreschi e ossari con i resti dei monaci domenicani che, a partire dal XV sec., iniziarono la costruzione di uno dei complessi monumentali più importanti della città come, appunto, il Convento e la chiesa di San Domenico fulcro dell’urbanizzazione di Modica bassa.

🌍Un luogo testimone non solo delle innumerevoli sepolture che ha ospitato ma che ci racconta di tempi antichi in cui fuori dal traffico cittadino e dalle moderne costruzioni Modica bassa era il centro della vita economica della città con i suoi fiumi che alimentavano i mulini, i frantoi, le concerie che lavoravano quei prodotti che da li a poco, dal caricatoio di Pozzallo, avrebbero raggiunto ogni angolo dell’Impero spagnolo.

Un viaggio nel passato per conoscere fatti e storie apparentemente dimenticati ma che stiamo man mano riscoprendo.

La Cripta di San Domenico è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00 per info e varie visitate la pagina di Modica Svelata

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI