Donazione sangue. Anteas Ragusa a sostegno attività dell’Avis

Tempo di lettura: 2 minuti

Quest’anno, l’entrata nel vivo dell’estate rischia di coincidere, più che in precedenti periodi analoghi, con l’emergenza sangue anche in provincia di Ragusa, considerato che, nonostante l’impegno profuso dall’Avis, l’associazione volontari del sangue, su tutto il territorio ibleo, è stato paventato un numero inferiore di donatori rispetto a quanti, di norma, nell’arco dell’intero anno si recano presso i centri trasfusionali. Si teme l’impatto della pandemia, ora che i contagi sono di nuovo in aumento, ma soprattutto una dispersione delle presenze dovuta allo spostamento di potenziali donatori nelle località delle vacanze. Ecco perché Anteas Ragusa intende farsi carico, nel proprio piccolo, della potenziale emergenza per contribuire almeno ad attenuarla. “E, quindi – chiarisce il presidente Rocco Schininà – abbiamo pensato di sensibilizzare l’intera cittadinanza alla donazione di sangue, ovvero a un atto di generosità che chiediamo di compiere a quanti abbiano un’età compresa tra i 18 e i 60 anni. Tutto ciò a beneficio di chi, proprio da una semplice donazione, può avere salva la vita e vedere restituire speranza di futuro a se stesso e alla propria famiglia. Ci stiamo muovendo attraverso la nostra rete di associati con la consapevolezza che anche una singola attività di sensibilizzazione possa raggiungere il fine prefissato. Ringraziamo sempre i volontari dell’Avis provinciale per l’attenzione con cui esperiscono un’attività che ci garantisce tutti. E proprio perché l’aspetto legato alla salute non deve passare in secondo piano, così come abbiamo visto con l’emergenza sanitaria legata al Covid, chiediamo a tutti uno sforzo anche in questo periodo di vacanza. Confidiamo, ancora una volta, nel tradizionale spirito di solidarietà dei ragusani manifestato ogni qualvolta si tratti di fare fronte comune per una giusta causa”. Schininà, poi, rivolge un appello alle persone fragili, soprattutto gli anziani, alla luce del vertiginoso aumento dei contagi verificatosi negli ultimi giorni: “Fate la massima attenzione, il virus è diventato più contagioso. Rispettate tutte le prescrizioni, a cominciare dal distanziamento e dalla mascherina. E, per chi non l’avesse ancora fatto, si vada subito a vaccinare. Solo così si rischiano di attenuare gli effetti deleteri della malattia per la salute umana”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI