Ragusa calcio. L’attaccante Michele Camuti vestirà l’azzurro

Tempo di lettura: 2 minuti

Un rinforzo per il reparto avanzato del Ragusa calcio. Arriva da Mineo ed è alla sua prima esperienza nel campionato di Eccellenza. Stiamo parlando di Michele Camuti, classe 2000, attaccante centrale ma all’occorrenza in grado di ritagliarsi un ruolo anche da esterno. Ha giocato con il Gela e con il Caltagirone in Promozione, oltre, in precedenza, a due stagioni con la Berretti del Catania. E’ un ragazzo che ha molta voglia di lavorare e di mettersi in luce. E il palcoscenico azzurro potrebbe essere quello più adatto per le sue future prospettive. “Arrivare qui a Ragusa, dove ero già in procinto di approdare la scorsa stagione – sottolinea Camuti – mi riempie d’orgoglio perché so di trovarmi in una piazza importante, supportata da una grande città. Mi sono messo a disposizione del mister e dello staff tecnico e cercherò di fare il possibile per meritare questa chiamata. E’ fondamentale riuscire a migliorare i i risultati dello scorso campionato. E, nel mio piccolo, cercherò di fornire un contributo”. Il presidente Giacomo Puma commenta: “Camuti ha dato prova di essere molto motivato. Di certo, pur essendo comunque giovane, farà il possibile per onorare la maglia azzurra. Noi gli stiamo dando una grossa possibilità, dovrà essere lui a meritarla. Per quanto ci riguarda, stiamo cercando di fare il possibile per allestire un organico competitivo. Ci sono ancora parecchi tasselli da sistemare. Ma ritengo che la strada da percorrere sia abbastanza chiara”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI