La Rosa. Vicenda rifiuti e le scelte sbagliate dei Comuni iblei

"Occorre recuperare il tempo perduto e la responsabilizzazione di istituzioni e politica"
Tempo di lettura: 2 minuti

“La nostra città, la città di Vittoria, come molte altre della provincia di Ragusa, deturpata dalla presenza di immondizia agli angoli delle strade. Non possiamo, però, non cercare di responsabilizzare le istituzioni e la politica a trovare delle soluzioni sostenibili. Non possiamo non cercare di avere una visione per il futuro visto che già il presente risulta essere compromesso da una serie di scelte sbagliate”. E’ quanto asserisce il presidente provinciale del Movimento politico Sviluppo ibleo, Andrea La Rosa, che è anche responsabile Enti locali della Lega Ragusa, il quale prefigura l’insorgere di problemi ancora più pesanti, nei prossimi mesi, se non si correrà subito ai ripari. “A Vittoria, ad esempio – continua La Rosa – si attende che si possa completare il ciclo integrato dei rifiuti con l’autorizzazione a un impianto che avrebbe dovuto essere pronto a gennaio mentre siamo quasi all’inizio di giugno e ancora niente. Ma cosa ha fatto la Regione? Per quanto riguarda la discarica comprensoriale di Cava dei modicani, il non avere mai avviato il percorso per la quarta vasca si sta pagando adesso, e con gli interessi. Disagi che, a cascata, si riversano pure sugli altri comuni del territorio ibleo. Scelte poco felici hanno caratterizzato l’operatività degli enti locali iblei che, sull’argomento, avrebbero dovuto spendere una parola definitiva. E, invece, si sono mosse decidendo di delocalizzare il tutto, inviando cioè i rifiuti anche fuori provincia, con spese ingenti per le tasche della comunità amministrata, che hanno finito con il rendere la gestione del momento senz’altro più complessa. Ci siamo chiesti più volte: era questa la scelta giusta? Macché, tutto sbagliato”. “Infine – conclude La Rosa – sosteniamo con forza quanto affermato dal coordinatore regionale della Lega, l’on. Nino Minardo, secondo cui la scommessa dei termovalorizzatori è l’unica che, in questa fase, può fornire quelle risposte che bisogna dare alla gente. In prospettiva, sono passaggi da compiere per cercare di creare un sistema di smaltimento che non si inceppi più come, purtroppo, sta accadendo in questi giorni”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI