M5S Ragusa. “Per aiutare le imprese serve un atto di coraggio”

Firrincieli: "Pronti a votare una variazione di bilancio per fornire dei minimi ristori"
Tempo di lettura: 2 minuti

“Non saranno certo i ‘pannicelli caldi’ illustrati ieri in conferenza stampa dall’amministrazione comunale a sostenere le gravi perdite dei comparti produttivi presenti nella nostra città. Sì, è stato fatto qualcosa. Ma si può fare ancora di più e meglio. Senza discostarsi dai vincoli di stabilità. Noi lo avevamo già proposto lo scorso 2 febbraio in sede di approvazione del Bilancio di previsione 2021. E siamo pronti a votare domani stesso una variazione di bilancio per garantire un minimo di ristoro alle categorie più colpite, spostando la somma di 200mila euro da quel capitolo in cui le risorse erano state appostate in via prudenziale per servizi che, quasi di certo, nel corso dell’attuale anno non saranno svolti”.

E’ il capogruppo M5s Sergio Firrincieli ad affermarlo a nome dell’intero gruppo consiliare pentastellato dopo le continue e ripetute segnalazioni da parte di operatori economici che si stanno confrontando con una situazione niente affatto semplice e che, addirittura, dicono di non potere più continuare in questo modo. “In realtà – continua Firrincieli – era la visione che, da osservatori politici, avevamo già cristallizzato all’inizio del mese di febbraio quando sapevamo che la Regione non avrebbe approvato il bilancio prima della fine di marzo e che, a causa della crisi innescata da Renzi, il Governo nazionale avrebbe fatto registrare una serie di consistenti ritardi, come in effetti sta accadendo, ai fini della liquidazione dei ristori e degli indennizzi. Per questo motivo, si rendeva necessario un impegno supplementare da parte del Comune con la redistribuzione di specifiche risorse economiche, che avevamo individuato in 200mila euro, per le categorie più colpite dalla crisi. Un piccolo segnale, niente di che, ne siamo consapevoli, ma comunque utile per contribuire a supportare le attività più in difficoltà”.

“Il sindaco di Ragusa, come il buon padre di famiglia – aggiunge Firrincieli – dovrebbe prendere atto della gravità della situazione più di quanto già non abbia fatto, per dare manforte a chi sta attraversando il momento peggiore da quando ha aperto la propria attività. Se le nostre richieste a suo tempo fossero state accolte, senza bocciatura da parte della maggioranza evidentemente d’accordo con l’amministrazione, avremmo già avuto, come Comune, la possibilità di erogare un minimo ristoro. Ribadiamo, dunque, la nostra disponibilità a fornire la nostra collaborazione per andare avanti lungo un percorso che riteniamo di fondamentale importanza per aiutare, in questa fase così difficile, le nostre imprese”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI