Ragusa. Eletti presidente ed il vice Consulta comunale giovanile

Tempo di lettura: 2 minuti

La Consulta Comunale Giovanile a seguito dell’approvazione nei mesi scorsi da parte del Consiglio Comunale del nuovo regolamento che disciplina il funzionamento di detto organismo, ha, per la prima volta, proceduto sabato 13 marzo, nel corso di una partecipata assemblea elettiva che si è tenuta presso l’auditorium di Santa Teresa, all’elezione del suo presidente e vice presidente che sono risultati rispettivamente Simone Diquattro e Luca Battaglia, entrambi studenti universitari.
Celebrato in presenza e in sicurezza questo momento a cui sono intervenuti il sindaco Peppe Cassì, l’assessore alle politiche giovanili Clorinda Arezzo, il consulente del sindaco in materia di politiche giovanili, l’organismo tornerà prossimamente a riunirsi in modalità online, per poter proseguire nella propria attività come è stato fatto finora in occasione delle iniziative della Giornata della Memoria, del Giorno del Ricordo, della Giornata contro la violenza sulle donne, del Graduation Day dei laureati ragusani, dell’8 marzo, della manifestazione di concreta solidarietà ai ristoratori e ai laureati in tempi di covid.

“La Consulta comunale giovanile – afferma l’assessore alle politiche giovanili Clorinda Arezzo – è uno spazio di democrazia, dove giovani dalle idee chiare hanno l’opportunità di confrontarsi nell’interesse della città e dei suoi ragazzi, superando ogni differenza ideologica. Consideriamo la Consulta come un organismo indipendente dalla visione politica dell’Amministrazione, che ha quindi diritto ad eleggere un proprio Presidente, non più coincidente col Sindaco come è stato finora. La votazione di sabato scorso rappresenta l’esito di un lavoro di squadra e al tempo stesso l’avvio di una fase più matura e autonoma.”

“Una delle priorità non solo mia ma dell’Amministrazione tutta – dichiara il consulente del sindaco Simone Digrandi – è stata quella di promuovere il rilancio dell’organismo. Grazie al lavoro e all’operatività dei ragazzi insieme agli uffici, è stato possibile scrivere e far approvare dal Consiglio Comunale il nuovo regolamento, mentre proseguiva la loro attività che abbiamo sostenuto dando seguito alle iniziative da loro approvate. Da oggi la consulta ha i suoi organismi e la propria autonomia: in questi mesi la Consulta ha svolto un ruolo educativo e civico, ora si apre una fase nuova e pienamente operativa.”

“Questo sarà un punto di partenza per rendere operativa la Consulta – afferma il neo presidente Simone Diquattro – continuando sulla scia di quanto fatto fino ad oggi. Ringrazio l’associazione Alleanza Universitaria che mi ha consentito di potere essere in Consulta, e tutti i membri che sin dall’inizio hanno collaborato per la riuscita di questo organismo. Ringrazio inoltre l’Amministrazione comunale per aver reso possibile tutte le iniziative svolte finora”.

“E’ per me un onore – aggiunge Luca Battaglia – essere chiamato a ricoprire la carica di vice presidente della Consulta Giovanile di Ragusa e di poterla rappresentare dentro e fuori la città, coadiuvando il neo presidente e amico Simone Diquattro. La Consulta adesso può continuare ad operare nella sua più completa pienezza, forte di un gruppo coeso. Grazie a UGL Giovani, associazione che rappresento in Consulta, a tutti i membri dell’organo e all’Amministrazione nel suo complesso.”

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI