Vittoria. Su trasferimento uffici tecnici, servono comunicazioni

Fp Cgil: "Garantire la salubrità dei luoghi di lavoro"
Tempo di lettura: 2 minuti

Insistenti le voci che danno per imminente il trasferimento della Polizia di Stato nei locali dell’ex Tribunale di via Gaeta a Vittoria, attuale sede degli Uffici Tecnici Comunali. Al momento, non si riesce a comprendere quali e quanti uffici comunali saranno trasferiti, né tanto meno l’esatta destinazione.
E’ quanto afferma Nunzio Fernandez, segretario generale della FP CGIL di Ragusa in una nota, nella quale si evidenzia tra l’altro:

“Dal personale in servizio si apprende che la settimana scorsa una delegazione del Personale della Polizia di Stato, si è recata presso i locali di Via Gaeta, per procedere ad un sopraluogo finalizzato alla verifica funzionale dei locali in cui presto si insedieranno gli Uffici della Polizia di Stato. I dipendenti del Comune di Vittoria, di contro, possono contare su una scarna e generica informazione, avendo appreso in modo generico la notizia dell’imminente trasloco degli uffici tecnici, che molto probabilmente dall’immobile di Via Gaeta, andranno in Via Cacciatori Delle Alpi, resta comunque il dubbio su quali e quanti uffici e quali Direzioni saranno oggetto del trasferimento.
Riteniamo grave l’assenza di comunicazioni ufficiali, sia verso i lavoratori e i loro rappresentanti sindacali.
Il nostro appello, continua la nota di Fernandez, è quindi finalizzato a scongiurare il verificarsi delle stesse problematiche di alcuni anni fa Ottobre 2017, allorquando i lavoratori delle Direzioni Tecniche furono, nel giro di una settimana, pressoché stipati in uffici angusti e non idonei, dove vie di fuga e mobili sparsi facevano da indegna cornice.
Tale situazioni di disagio durò per diversi mesi, malgrado le nostre reiterate richieste, riferite per lo più all’inopportuno sovraffollamento degli spazi disponibili, che crearono inevitabili ripercussioni sulla funzionalità degli uffici oltre a generare un forte stress, che accompagno per diversi mesi i lavoratori, basti pensare, che ben sei postazioni furono allocate in una stanza di circa 20 mq, circostanza che costrinse i lavoratori ad operare in un contesto indecoroso e non funzionale e ci vollero anni di impegno sindacale per risolvere quella problematica e proprio ora, che si era raggiunto un certo equilibrio, una degna sistemazione, arriva l’ordine perentorio del trasferimento.
Pensiamo che i lavoratori del Comune, tanto quanto i lavoratori della Polizia di Stato, abbiano diritto, con pari dignità ad un posto di lavoro funzionale e quello che più conta sicuro, specie nell’attuale contesto di crisi pandemia da Covid 19, dove gli effetti di un sovraffollamento avrebbero un impatto di sicuro pregiudizio per la salute dei lavoratori.
Per quanto ci riguarda, ci permettiamo di chiedere un rafforzamento del sistema delle relazioni sindacali, che privilegi una corretta e tempestiva informazione, mentre dal lato operativo, pretendiamo la giusta attenzione nei passaggi propedeutici alla collocazione delle postazioni lavorative, ma anche la predisposizione di spazi lavorativi sicuri e funzionali, nel rispetto delle previsioni di legge e in coerenza alle prescrizioni previste dai protocolli Anticovid.
Per tali ragioni si chiede che le fasi del trasferimento, vengano condivise, a livello informativo ed operativo, con i lavoratori e che lo spostamento degli uffici, sia preceduto da apposito sopraluogo del RSPP dell’Ente, per la relativa certificazione di conformità e successiva registrazione sul D.V.R., aggiornato alle prescrizioni Covid.
Si evidenzia, conclude la nota, la disponibilità della F.P. CGIL a partecipare attivamente, a fianco dei lavoratori, alle verifiche sulla sicurezza e funzionalità dei locali destinati ad ospitare il personale interessato al trasferimento.”

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI