Csen Ragusa. Sport di base? Ancora disparità di trattamento

Tempo di lettura: 2 minuti

La scelta di sospendere nelle zone rosse gli allenamenti degli atleti degli enti di promozione sportiva «è l’ennesima disparità di trattamento che si trova costretto a subire il mondo dello sport di base». “È quanto fanno sapere gli Enti di promozione sportiva – sottolinea il presidente del comitato provinciale Csen Ragusa, Sergio Cassisi – in un comunicato congiunto firmato dagli Eps e diffuso dal coordinamento degli Enti presso il Coni, contro la decisione inserita nelle Faq del Dipartimento Sport nonostante non trovi alcun riscontro nel Dpcm in vigore da ieri”. “Purtroppo – prosegue Cassisi – non è il primo episodio, anzi: da quando è iniziata la pandemia gli Enti di promozione sportiva hanno più volte denunciato i contenuti di misure a due marce, come se il virus potesse aggirarsi solo nelle palestre di Asd e Ssd affiliate agli enti di promozione, e non invece all’interno di strutture di altri organismi sportivi. Non è una diversa tessera che può fare la differenza. Il virus non distingue colori, né simboli. Quando decide di contagiare, lo fa ovunque e con chiunque. Ecco perché chiediamo parità di trattamento tra tutti gli organismi sportivi. Nella nostra realtà territoriale non siamo in zona rossa, ma questo non vuol dire. Chiediamo che il discrimine sia la sicurezza e il rispetto dei protocolli, sicurezza e rispetto di protocolli che gli Enti di promozione sportiva hanno concordato con il Governo e imposto, non senza sacrifici di risorse e personale, alle loro società”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI