Ragusa. Tavoli tematici presso la Prefettura contro il capolarato

Riunione del Tavolo “Destinazione di beni immobili, inclusione abitativa”
Tempo di lettura: 2 minuti

In attuazione del Protocollo di Intesa per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni di sfruttamento lavorativo, sottoscritto il 3 dicembre 2019 da un ampio partenariato, dopo quello generale del 9 febbraio scorso, si è svolto oggi in Prefettura un ulteriore incontro relativo, in particolare, al Tavolo di lavoro tematico “Destinazione di beni immobili, inclusione abitativa”, attivato in relazione all’art. 5 del Protocollo.

Erano presenti i referenti dei Comuni di Ragusa, Acate, Comiso, Ispica, Santa Croce Camerina e Vittoria, mentre hanno partecipato in videoconferenza i referenti dell’assistenza tecnica per il PON Legalità presso la Prefettura di Catania competente anche per il territorio di Ragusa.

Nel corso dell’incontro è stato esaminato lo stato di avanzamento delle proposte progettuali già ammesse al finanziamento a valere sui fondi del PON Legalità, Asse 7 – Azione 7.1.2 Interventi per l’ospitalità dei lavoratori stagionali ed il contrasto ai fenomeni di caporalato, per un totale complessivo di circa 7 milioni di euro.
L’individuazione di mirate soluzioni alloggiative per fare uscire dal ghetto i lavoratori, spesso costretti a condizioni abitative poco dignitose pur di mantenere l’occupazione, si auspica possa avviare, unitamente ad altri aspetti, scaturenti sempre dal Protocollo, un circuito virtuoso volto prioritariamente al rispetto della dignità degli operai agricoli e al contrasto dello sfruttamento lavorativo.

In relazione alle singole situazioni, è emerso che:
Il Comune di Ragusa, con un finanziamento di euro 587.000 potrà, all’esito delle procedure di gara, attivare alloggi per 12 posti letto, presso l’immobile sito in contrada Ginisi, già conosciuto come “Mecca Melchita”, di cui potranno fruire altrettanti lavoratori stranieri regolari. È altresì previsto, con il medesimo finanziamento, l’acquisto di Dispositivi di Protezione Individuale per le necessità del Centro Polifunzionale per immigrati di Ragusa.
Il Comune di Acate, con un finanziamento di euro 1.800.000 attiverà alloggi per circa 20 posti letto, destinati a lavoratori stranieri regolari.
Il Comune di Comiso, con un finanziamento di euro 970.000, procederà all’attivazione di un immobile dotato di 15 posti letto.
Il Comune di Ispica, grazie ad un finanziamento di euro 1.294.000, procederà al recupero di 8 alloggi per un totale di circa 56 posti letto, ugualmente destinati a lavoratori stranieri regolari.
Il Comune di Santa Croce Camerina, con un finanziamento di euro 750.00, provvederà al recupero di un immobile confiscato alla criminalità organizzata. Si tratta di un edificio disposto su due livelli, che potrà ospitare un massimo di 8 lavoratori.
Il Comune di Vittoria, con l’unico progetto non residenziale, dotato di un finanziamento di euro 1.600.000, provvederà alla ristrutturazione di un immobile con spazi dedicati ad attività di istruzione e formazione per immigrati regolari e la predisposizione di un’aula informatica, in collaborazione con il CPIA.
Preso atto del positivo avvio, da parte di tutti i Comuni coinvolti, delle procedure necessarie alla realizzazione degli interventi progettuali, già ammessi, come detto, a finanziamento, l’assistenza tecnica ha sollecitato la pronta realizzazione dei lavori di ristrutturazione e rispristino, da avviarsi entro l’anno corrente, fornendo preziose indicazioni tecniche per il miglior svolgimento delle procedure amministrative.
A tal proposito e ai fini di un costante monitoraggio dello stato di attuazione delle attività previste è stata sottolineata, ancora una volta, l’importanza del ruolo di coordinamento dei soggetti partecipanti e dei vari tavoli tematici tra loro, svolto dalla Prefettura nell’ambito del Protocollo.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI