Cancellata identità femminile all’Ars. Italia Viva indignata

Tempo di lettura: 2 minuti

“Bisognerebbe farsi una semplice domanda: perché le donne faticano tanto a farsi spazio nei posti di “comando”? La decisione di Musumeci di una giunta tutta al maschile ci lascia perplessi. La nostra riflessione arriverà da una piccola provincia ma ha comunque un valore tutto suo. Perché non è possibile che venga spazzato via ogni auspicio alla parità di genere. Speriamo davvero che si ponga rimedio. E al più presto”. E’ quanto afferma a Ragusa la coordinatrice provinciale di Italia Viva, Marianna Buscema, a proposito delle scelte effettuate a Palermo dal governatore. Qualcuno ha commentato – sottolinea Buscema – che non c’è ancora nessun obbligo di legge ed è vero. Ma dobbiamo aspettare una legge per dare dignità all’agire politico delle donne? Devono necessariamente giocare ruoli comprimari ma mai da protagoniste? Per portare avanti casa e famiglia la donna viene sempre apprezzata ma al momento di uscire dalle mura domestiche si fa ancora fatica. E’ un modo di pensare che non ci trova d’accordo e che è opportuno modificare. Rivolgiamo un accorato appello al governatore. Affinché prenda in considerazione le legittime aspettative dell’universo femminile del territorio ibleo di cui cerchiamo di farci interpreti. Speriamo di riuscire ad invertire questa tendenza e a far emergere le tante belle energie che le donne sanno immettere nella società. L’identità femminile non può essere cancellata così come se nulla fosse dalla Giunta della Regione Sicilia. E’ un passo indietro che la nostra terra non si merita”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI