Finanziato per € 41.509,84 un parco giochi inclusivo a Ispica

Tempo di lettura: 2 minuti

Sarà realizzato in via Vittorio Veneto e mira a creare un più agevole accesso dell’area giochi esistente attraverso una riqualificazione dell’area, la creazione di piccole aiuole e la sistemazione di spazi esterni e delle aree verdi, nonché l’installazione di nuovi giochi inclusivi (giostra inclusiva, altalena a 2 moduli con seggiolino per bambini diversamente abili, due torri con scala ADA, ponte di connessione tra le torrette, barra a spirale, scivolo, pannelli gioco di interazione a livello terra, pavimentazione antitrauma, ecc). Il target di riferimento del progetto finanziato è rappresentato da circa 40 minori disabili residenti nel territorio ispicese che frequentano le scuole della città che insieme ai cosiddetti bambini normodotati potranno fruire di uno spazio condiviso che non opponga barriere fisiche alla costruzione di una relazione ludica paritaria.

Il progetto parco giochi inclusivo prevede, anche in base alla tipologia di diverse disabilità, l’organizzazione di eventi/attività come musicoterapia, danza senza barriere, yoga per tutti da realizzare attraverso una rete territoriale formata sia da soggetti pubblici (comune e scuole) e privati come enti del terzo settore quali, ad esempio, A.S.S.O.D., Bimbi Felici ed il Parco di Matilde già individuati in fase progettuale.

Il parco inclusivo proposto risulta la prima opera del suo genere pensata e realizzata nel territorio comunale; in città sono presenti infatti solo due parchi giochi per normodotati, dotati peraltro di strutture ludiche vetuste e non accessibili a minori con disabilità.

Questo finanziamento di € 41.509,84, ottenuto grazie al lavoro dell’Amministrazione Muraglie, afferma Lino Quartarone, ex assessore ai finanziamenti pubblici, deve rappresentare motivo di orgoglio per tutta la comunità cittadina. Su 304 progetti presentati alla regione siciliana – dipartimento famiglia (D.D.G. n. 1755 del 21.12.2020), solo 95 sono stati ammessi e finanziati: Ispica si piazza al 53° posto dopo una prima esclusione dalla graduatoria provvisoria superata grazie ad un ricorso in cui sono state trasmesse memorie a dimostrazione della completa documentazione prodotta in fase di partecipazione al bando, redatto grazie alla fattiva e proficua collaborazione della progettista Dott.ssa Natalia Carpanzano.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI