Cerca
Close this search box.

Radio: Quanto tempo passiamo sul Web

Tempo di lettura: 4 minuti

Nel corso degli ultimi 10 anni la nostra vita è cambiata in parallelo con l’evoluzione di Internet, delle reti e delle tecnologie di connessione. Quello che un decennio fa era un passatempo sporadico o serviva per inviare una email o consultare un sito è il cardine della nostra vita.

Oggi l’idea di trascorrere una giocata senza connetterci, senza utilizzare lo smartphone potrebbe addirittura spaventarci.

Con il lockdown poi Internet è diventata la nostra finestra sul mondo, ma anche le nostra braccia, mani, gambe. È diventata la nostra spesa quotidiana, il nostro abbraccio con parenti e amici, il nostro lavoro, oltre che il nostro svago. Cosa sarebbe stato il periodo di chiusura senza una rete a disposizione?

Anche lo smartworking che per molti è diventata la nuova modalità lavorativa permanente non potrebbe esistere senza il web.

Gli italiani su Internet: la ricerca Digital 2020

Gli ultimi dati relativi alla nostra relazione con Internet raccontano che l’aumento dell’utilizzo del web, in corso da diversi anni, non accenna a fermarsi.

In base ai risultati della ricerca Digital 2020, sono 50 milioni gli Italiani che navigano in rete quotidianamente. La durata media della navigazione è di circa 6 ore.

 Ben 35 milioni di utenti usano i social network, mentre il 35% della popolazione utilizza assistenti virtuali. Sia quelli già installati sullo smartphone sia quelli esterni, tipo Alexa di Amazon, per intenderci.

Per cosa usiamo internet?

Quali sono i principali usi di Internet? Ecco, nell’ordine in base al tempo di utilizzo, una classifica di ciò che facciamo ogni giorno sul web:

  1. Messaggistica istantanea – Piattaforme come Whatsapp, messenger e Telegram
  2. Social Network – Siti come Facebook, Instagram, Twitter, etc.
  3. Contenuti Video – Serie TV, film, video su piattaforme come Netflix, Amazon Prime, YouTube, etc
  4. Shopping – Piattaforme di e-commerce, negozi online, siti per la spesa quotidiana, app per la consegna a domicilio di cibo etc.
  5. Musica in streaming – riprodotta tramite piattaforme dedicate tipo Spotify, Amazon Music, Youtube.
  6. Gaming – Giochi online gratis, videogame classici, giochi a pagamento con vincita in denaro nei casino autorizzati AAMS

Viviamo una dipendenza da Internet?

Anche senza rendersene conto molti italiani hanno sviluppato una dipendenza da Internet. Ma in molti casi si tende a sotto dimensionare il tempo trascorso sul web.

Quante ore pensiamo di trascorrere online tra lavoro e svago? Saperlo non è difficile, e probabilmente sono di più di quelle che immaginiamo. Ci sono diverse applicazioni che servono a monitorare l’utilizzo degli smartphone, o tracciare ad esempio, il tempo che trascorriamo sui social.

YourHour, Screen Time, Quality time, sono tutte applicazioni che consentono di valutare il tempo trascorso sullo smartphone. Se si teme di avere una dipendenza queste possono essere d’aiuto fornendoci i numeri e aiutandoci a limitarli. O semplicemente possono soddisfare una nostra curiosità. Potremmo ricevere delle soprese. Siamo talmente abituati a fare tutto sul web, da agire in automatico, senza rendercene conto.

Siamo davvero sempre connessi?

Basta che alla nostra mente si affacci una domanda, un dubbio ed eccoci a digitare su Google le nostre curiosità. Dobbiamo stendere il bucato ad asciugare e via a consultare il sito di previsioni Meteo. Siamo nella sala d’attesa del dentista, ammazziamo il tempo giocando online o verificando quali sono i bonus senza deposito di Big casino.

Anche se ci stacchiamo dallo schermo e andiamo a fare una corsetta, eccoci a tracciare le nostra prestazioni con l’apposita App e a condividere i risultati. Tornati a casa, parte la videochiamata con i nostri cari. E poi al momento di dormire, ecco che inizia il monitoraggio della qualità del nostro sonno con lo smartphone sempre accanto a noi, sul comodino

438457
© Riproduzione riservata

1 commento su “Radio: Quanto tempo passiamo sul Web”

  1. Tonino Spinello

    Poi ci mettiamo la Tv e i cervelli sono più che cotti. Fino a qualche anno fa la media era di 20 anni di vita che si trascorreva davanti alla tv. Oggi con internet penso sia più basso. Comunque, questo è solo l’inizio, tempo di abituarti a qualche app ed ecco che ne spunta un’altra più accattivante, da provare e condividere con gli amici. E tutti li a smanettare gioiosi pergiunta con l’aria seria di chi sta scrivendo “le mie prigioni”! Poi spunta uno come me e ti trovi fuori dal mondo, ti trovi spaesato e ti chiedi se sono fatto male, che non capisco il progresso, (progresso per modo di dire) oppure qualcosa mi è sfuggito. Si credo che abbiamo iniziato la strada del non ritorno. Fatto sta che personalmente non mi vedo più in questa società “virtuale”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top