A Ragusa, Modica e Vittoria manifesti contro la BAPR

Tempo di lettura: 4 minuti
“Sono anni ormai che i risparmiatori azionisti della Banca Agricola Popolare di Ragusa tentano di recuperare i propri risparmi”. Lo denuncia Letizia Giorgianni, Presidente Associazione Vittime del Salvabanche, evidenziando che da tempo  si sta subendo il blocco della liquidità delle loro azioni sottoscritte negli anni. “Eppure – spiega – quei titoli erano stati proposti come sicuri, in quanto non soggetti ad oscillazioni di Borsa e di facile liquidazione mediante il riacquisto da parte della Banca stessa.
Invece da anni i loro risparmi sono letteralmente bloccati all’interno di un mercato che, non solo ha portato a un importante perdita del valore di tali azioni, ma non permette nemmeno di recuperare ciò che ne rimane.
La Bapr ha alzato una cortina di ferro facendosi scudo di una direttiva europea, che limita il riacquisto delle proprie azioni secondo principi prudenziali. La Banca – senza avvisare i risparmiatori– ha limitato drasticamente il riacquisto di azioni proprie, consentendolo per quantitativi sempre minori (30 o 20 azioni per volta) e rendendolo pressoché nullo, sino a bloccarlo, arbitrariamente, nel settembre 2017.
Dal 2018, la negoziazione delle azioni avviene solo sul mercato Hi-Mtf, il cosiddetto “borsino”. In un anno questo mercato ha prodotto una flessione del valore nominale da 117,40 euro a 77,00. Un nuovo caso di risparmio tradito, anche considerando che la banca non può più comprarli con fondi propri per la citata norma di regolamento. Ma davvero si tratta di un vincolo europeo? Oppure è una precisa volontà della banca? Su questo punto l’Associazione Vittime del Salvabanche intenderà portare chiarezza una volta per tutte. I risparmiatori infatti si sono rivolti alla nostra Associazione (nata a seguito dei primi default bancari del Centro Italia).
Si è infatti incrinato irrimediabilmente – conclude Giorgianni –  il rapporto di fiducia che dovrebbe essere garantito soprattutto da una Banca locale, il cui modello di banca popolare è stato il motivo per cui molti piccoli risparmiatori hanno investito i loro risparmi nei titoli azionari emessi dalla stessa banca fidandosi di ciò che veniva loro assicurato”.
A Ragusa, Modica e Vittoria sono stati affissi dei poster al fine di sensibilizzare sul dramma dei tanti risparmiatori la cui fiducia è stata tradita dalla loro banca di riferimento.
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

36 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI