Modica. Celebrata la ricorrenza nel ricordo di Don Pino Puglisi

Presso la casa a lui dedicata
Tempo di lettura: 2 minuti

Da don Puglisi impariamo a essere generativi”. È il messaggio centrale del ricordo, a Modica, nella ‘Casa’ a lui intitolata, di don Giuseppe Puglisi nel giorno della sua festa, il 21 ottobre. Ed è venuto spontaneo associare al martire palermitano anche il ricordo di don Roberto Malgesini, ucciso a Como da una delle tante persone che lui aiutava proprio nel giorno in cui si ricordava il martirio di don Pino. A motivo del Covid, la messa è stata celebrata solo con le persone della ‘Casa’ e poche altre, rispettando le regole di protezione. A presiedere è stato don Andrea Amore, ordinato prete proprio il 15 settembre, memoria di don Puglisi e giorno dell’uccisione di don Roberto. “Niente avviene a caso”, ha sottolineato don Andrea richiamando tanti suoi legami con don Puglisi, ma anche chiarendo che, “non siamo noi a cercare i santi, sono i santi a cercare noi. Per aiutarci ad essere pienamente umani. Nella logica del chicco di grano, ovvero del morire che vive chiunque non fugge dalla realtà, ma fa i conti con la vita quotidiana”. Un morire che ci fa rinascere, ci fa vincere la solitudine e ci rende generativi. “Per i sacerdoti è questo il senso del celibato, diventare in altro modo generativi, ma ognuno – ha sottolineato ancora don Andrea – è chiamato ad essere generativo”. Come? – si è chiesto. E, rifacendosi alla prima lettura della liturgia di don Puglisi, la risposta è l’amore che riceviamo da Dio, che a nostra volta possiamo donare agli altri. Se questo non accade siamo mentitori. È bello amare alla maniera di Dio. Don Puglisi e don Roberto hanno amato così: senza tornaconto. E la ‘Casa’ nei suoi 30 anni (è arrivata a tale anniversario quest’anno) ha potuto amare perché non ha perso di vista la fonte e il fondamento dell’amore, che è Dio. “Tutti siamo invitati ad essere dov’è Cristo, dove ci interpella. Perché solo così saremo generativi. Senza tornaconto, ma per amore e solo per amore!”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI