Calcio, Marina di Ragusa-Licata. Risultato non amologato

Tempo di lettura: 2 minuti

Ragusa 30-09-2020

IL RISULTATO DI MARINA DI RAGUSA-LICATA, FINITA SUL CAMPO 1-0 PER GLI UOMINI DI MISTER SALVATORE UTRO, NON SARA’ OMOLOGATO
IL LICATA PRESENTA RICORSO

Sarebbe la posizione di tesseramento di Simone Schisciano ad aver indotto la società del Licata Calcio a presentare reclamo, subito dopo la gara di domenica scorsa, vita sul campo dal Marina 1-0. Secondo la società gialloblu, l’atleta in questione non sarebbe tesserato regolarmente per il Marina di Ragusa. La società del Presidente Postorino sta valutando attentamente, anche con l’ausilio di un legale, cosa sia realmente accaduto, anche in virtù di qualche disfunzione riscontrata al portale società LND, in ogni caso, come nel proprio stile, la società rossoblu è pronta ad assumersi ogni responsabilità di fronte a delle proprie lacune o errori. Ciò che senza alcun dubbio rimane che niente e nessuno può oscurare è la brillante prestazione, prova di forza e compattezza del gruppo creato, dimostrata sul campo Domenica scorsa con un grande ed ambizioso avversario. La società tiene a ringraziare i vertici del Licata Calcio per le belle parole e i complimenti ricevuti domenica ed esposti pubblicamente per l’organizzazione, la professionalità e disponibilità da parte di tutti noi alla prima uscita di una stagione in cui ci sono tantissime nuove incombenze per protocolli, controlli e tanto altro. Attestati di stima che ci rendono felici e ci contraddistinguono nel panorama calcistico della Serie D

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI