Omicidio Dezio a Vittoria, due condanne e due assoluzioni

Tempo di lettura: 3 minuti

Due condanne per complessivi 44 anni, e altrettante assoluzioni a conclusione del processo per l’omicidio di Giuseppe Dezio, il vittoriese ucciso il 2 febbraio del 2016. Lo ha sentenziato la Corte di Assise di Siracusa. Imputati erano  Gaetano Pepi, 73 anni, e i suoi tre figli: Antonino, 43 anni; Alessandro, 40, e Marco, 28 anni.  Condannati Alessandro ed Antonino Pepi a 22 anni di carcere ciascuno. Assolti   Marco Pepi ed il papà Gaetano. La Corte depositerà le motivazioni entro 90 giorni. Disposta una provvisionale di 20.000 euro in favore dei 2 figli della vittima, in attesa della definizione del processo civile. Al momento del delitto, il movente non fu chiaro. Ma i carabinieri, che avevano subito identificato i presunti autori, trovarono dopo un mese anche l’arma. Ad uccidere Dezio è stata una coltellata sferratagli alla gola nel corso di una lite in campagna, scoppiata per futili motivi legati al passaggio lungo una strada interpoderale. Gaetano Pepi senior dichiarò di avere agito da solo per difendere i figli, ma la Corte d’Assise non l’ha ritenuta attendibile.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI