Confcommercio. Le priorità per rilanciare Vittoria e Scoglitti

Tempo di lettura: 2 minuti

Confcommercio Vittoria ha diffuso un documento per indicare tra le priorità dei programmi elettorali, in vista delle amministrative del 4 e 5 ottobre, la salvaguardia del commercio di vicinato, del commercio dei prodotti ortofrutticoli, dell’attrattiva turistica e dell’incremento dei servizi offerti dalle città. Elementi che costituiscono una parte significativa del tessuto economico, delle realtà urbane di Vittoria e Scoglitti, messo in ulteriore difficoltà dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid-19.
“Questo periodo di pandemia – è spiegato nella nota – ha messo in luce l’importanza che i negozi possiedono anche da un punto di vista sociale. Una città senza negozi è una città morta”. Confcommercio Vittoria si rivolge, quindi, ai candidati a sindaco presentando una lista di punti importanti e di priorità per le categorie rappresentate. E’ stato deciso quindi, quanto prima, di incontrare tutti i candidati che vorranno confrontarsi con il sistema Confcommercio. La sezione comunale, inoltre, ha preso atto dell’autosospensione dalle cariche sociali di Antonio Prelati, uomo apprezzato del sistema Confcommercio provinciale e cittadino, per il suo impegno nella prossima campagna elettorale.
“Sottoporremo ai candidati alle elezioni amministrative – dicono i vertici di Confcommercio Vittoria – alcuni dei nostri punti di programma. Intanto l’attrattività urbana: aree verdi, pavimentazione pedonale, riqualificazione della piazza del Popolo e di altri siti, illuminazione pubblica e arredo urbano. E’ importante mantenere alta l’attrattività di una città perché ciò favorisce l’afflusso di consumatori e la propensione all’apertura di nuovi esercizi. Poi, proponiamo l’analisi della viabilità e del piano parcheggi, rimodulazione sosta a pagamento con particolare attenzione alle sanzioni previste in caso di ticket scaduto. L’analisi della viabilità e del fabbisogno di parcheggi sono due aspetti che meritano valutazioni periodiche perché potrebbero evidenziare criticità che possono impattare anche sul comparto del terziario. Come terzo punto, quello di scongiurare insediamenti di grandi superfici di vendita se non in maniera rivisitata al fine di tutelare, incentivare e sviluppare in chiave moderna il piccolo commercio di vicinato che tiene viva una città e svolge un servizio sociale per tutti i cittadini che necessitano del “negozio sotto casa”, impedendo la desertificazione dei centri storici. E, ancora, il quarto punto con la valorizzazione del centro commerciale naturale della città di Vittoria che allo stato attuale costituisce uno strumento fondamentale per lo sviluppo del comparto economico commerciale e dell’attrattività cittadina. Fra le priorità di un’Amministrazione che punta anche nel commercio, ci deve essere quella di riconoscere il centro storico quale polo non solo culturale della città ma come un mezzo fondamentale per rivitalizzare la stessa, favorendo la crescita del Centro commerciale naturale all’aperto, arricchito da “botteghe” d’arte e mestieri e sede naturale di un ritrovato dibattito culturale cittadino. Il quinto punto, invece, è rappresentato dalla rivisitazione di tutte le problematiche di Scoglitti, in un unicum, dal porto alla marineria, alla diportistica navale, ai lungomare, al piano traffico, alla apertura di incontri con il vicino Stato dell’isola di Malta, alla depurazione delle acque reflue e dunque all’obiettivo della bandiera blu. Il sesto punto riguarda il mercato ortofrutticolo e il comparto agricolo, con la realizzazione dell’archivio centralizzato acquirenti mercato, anagrafica e codifica unica per inibire tentativi di traffici illeciti da parte di morosi e mariuoli. È necessario che la nuova amministrazione comunale faccia sentire la propria vicinanza verso quello che è il motore pulsante dell’economia vittoriese impegnandosi a porre in essere le condizioni per rimuovere gli ostacoli che mettono a dura prova un comparto che rischia molto spesso di essere fortemente penalizzato e ridimensionato specialmente a seguito del nuovo bando di assegnazione dei box che ha portato all’esclusione inaspettata di alcune aziende alla luce della difficoltà delle stesse a regolarizzare la propria posizione. Chiediamo, dunque, la presenza di un’amministrazione comunale che provveda a sostenere ed essere vicino alle difficoltà del comparto al fine di aumentare la qualità e la quantità dell’offerta, a tutela dei produttori, mirando ad avere un corretto potere contrattuale con la Gdo. Quindi, il settimo punto legato all’incremento dell’offerta turistica in termini di posti letto attraverso la creazione di un’ospitalità diffusa nel territorio di Scoglitti già sviluppata dalla nostra sezione cittadina del turismo, al fine di veicolare l’offerta, attraverso i canali del tour operating, di un portale internet e della presenza dei rappresentanti degli stand ove è presente la Regione Sicilia. Tutto il resto, che è tanto, nascerà dal libero e costruttivo confronto con i futuri amministratori e il Consiglio comunale”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI