Servizio assistenza sanitaria naviganti a Pozzallo

Tempo di lettura: 2 minuti

Dal primo  Febbraio 2021, anche   Rosario Pulvirenti, secondo medico fiduciario a Pozzallo, andrà in pensione. Un servizio necessario, quanto indispensabile,  per i marittimi Pozzallesi e per tutto il territorio ibleo ed in parte Siracusano, che corre il rischio di scomparire, con grave rischio per  la salute e le pratiche sanitarie relative alle malattie, all’idoneità all’imbarco e alle visite biennali.

Il servizio di assistenza sanitaria ai naviganti (allora Cassa Marittima) a Pozzallo fu istituito negli anni 50 con la nomina del dottore Antonino Giunta, nel 1982, a seguito della scomparsa del dottore Antonino Giunta, venne incaricato con la qualifica di nuovo di medico fiduciario,    Luigi Giunta che, nel Maggio del 2019,  si è ritirato per raggiunti limiti di età.

“E’ importante ricordare – spiega il consigliere comunale Peppe Sulsenti –  che nel 1993, quando l’Ufficio locale marittimo di Pozzallo fu elevato ad Ufficio circondariale marittimo, anche a Pozzallo venne concessa la possibilità di effettuare le visite biennali, risparmiando a tutto il personale navigante il dover recarsi negli uffici di Catania per ottenere l’idoneità biennale.

Nel 2007, essendo nel frattempo aumentato il numero dei marittimi sia Pozzallesi che del circondario, il Ministero della Salute provvide ad emanare il bando per la nomina di un secondo medico fiduciario, cosa che avvenne alla fine del 2007 con la nomina del di  Rosario Pulvirenti, come secondo Medico fiduciario di Pozzallo.

E’ importante rilevare che attualmente gli iscritti alla Capitaneria di porto di Pozzallo in qualità di marittimi di prima e seconda categoria sono oltre tremila, se a ciò si aggiunge che molti marittimi con matricola di Siracusa vengono ad effettuare le visite biennali a Pozzallo è evidente quanto sia necessario ed indispensabile provvedere al bando per l’assegnazione di una o due figure di medici fiduciari a Pozzallo. Se ciò non avvenisse e la sede di Pozzallo rimanesse vacante – conclude Sulsenti – i marittimi pozzallesi saranno costretti, per motivi sanitari, a rivolgersi ai medici fiduciari di Siracusa, Augusta o alla sede del SASN di Catania. Dopo oltre 60 anni una vera beffa per l’asse portante l’economia della città di Pozzallo”.

 

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI