M5S Ragusa su attività mediatica del Sindaco Peppe Cassì

Due anni dopo l'insediamento
Tempo di lettura: 2 minuti

“Sembra che ci sia una overdose di comunicazione attorno all’amministrazione, forse per quel consenso in fase calante che coincide anche con i primi due anni di attività. Se una dose giusta può essere efficace per inebriare e fornire impressioni anche non rispondenti al vero, l’eccesso diventa sempre controproducente. Fra bilancio dei primi due anni, aiuti alle imprese, università, asfaltatura e consegna di lavori attesi da anni, c’è un ingorgo mediatico che vorrebbe far apparire il quadro di una amministrazione efficiente al massimo, con l’icona del sindaco che oscura i singoli assessori”. Sono queste le considerazioni del capogruppo del Movimento 5 Stelle, Sergio Firrincieli, che mette in rilievo un processo mediatico che, invece di essere produttivo per il sindaco, evidenzia i limiti suoi e della sua amministrazione.

Firrincieli, in particolare, avanza delle riflessioni in relazione ad un post del sindaco diffuso in queste ultime ore in cui ci si occupa della cura del verde pubblico: “Siamo consapevoli che ci attireremo gli strali e gli sfottò della claque che contorna il primo cittadino, attenta più che alle azioni del sindaco che alle eccezioni sollevate dagli avversari politici. Ma sono proprio questi battimani interessati a darci forza e a farci comprendere come la nostra azione, per quanto mal sopportata, spesso colpisce l’obiettivo con inusitato fastidio, segno che parliamo di criticità reali. Assai deludente il post del sindaco che mette insieme verde pubblico e servizio di pulizia delle spiagge. Quest’ultimo è uno dei fiori all’occhiello della città, da sempre servizio efficiente perché consegnato nelle mani della ditta Busso, un servizio giornaliero che offre il massimo, ogni mattina, per i bagnanti della spiaggia di Marina di Ragusa. Tralasciamo le condizioni nelle quali si trovano le spiagge della parte occidentale del territorio comunale, tralasciamo le difficili condizioni di accessibilità alle spiagge, non garantita per tutti gli arenili come prescrive la legge, queste sono cose non convenienti per una comunicazione costruita a tavolino da dare in pasto alla claque. Mettere assieme spiagge pulite e verde pubblico non è corretto mediaticamente: servirebbe, prima, adottare lo stesso criterio e la stessa strategia per la cura e la manutenzione del verde pubblico, affidare il servizio ad una ditta, pagare e avere le stesse garanzie di pulizia e di decoro delle spiagge. È di tutta evidenza che il servizio di manutenzione del verde pubblico soffre di stanziamenti non adeguati. Il mostrare il prima e il dopo, peraltro di siti periferici come il campo boario attorno al Petrulli o l’interno di qualche struttura sportiva, è buttare fumo negli occhi. Dopo due anni di servizio il prima non dovrebbe più mostrarsi, perché non ci dovrebbero essere siti con erbacce e vegetazione spontanea incontrollata: si sarebbe dovuto avviare, da tempo, un ciclo rigido di interventi, scadenzati nel tempo, in grado di assicurare un decoro permanente, in ogni periodo dell’anno. Invece, al momento del bilancio, nessuna voce si leva sul verde pubblico”.

“La comunicazione è essenziale – aggiunge Firrincieli – forse il sindaco ne ha acquisito contezza, non ci vengano a parlare, quindi, di ordinaria amministrazione e di interventi straordinari, dopo due anni di calvario, con le criticità che si ripresentano ciclicamente, e non ci vengano a propinare la questione Covid che stiamo mettendo, ormai, come lo zucchero nel caffè. C’è il Covid dappertutto, ma non c’è per l’effimero, per gli spettacoli, per le manifestazioni. E per chiudere queste considerazioni sulla questione verde pubblico, desideriamo sottolineare che, da due anni, ci occupiamo di diserbo, sfalcio e potature, ma ci sembra che la cura del verde pubblico comporti anche e soprattutto la messa a dimora di fiori e piante e la loro relativa manutenzione ordinaria e straordinaria, quanto meno la posa di tappetini erbosi. Di questo, ancora, non si è visto nulla”

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI