L’impianto di Biogas si farà ma nella zona industriale di Ragusa

Questa volta è vero: Ragusa è arrivata prima di Modica. Partendo dalla Contea e passando per la Provincia, il Tribunale, la Casa Circondariale, le Scacce ed il Cioccolato, un’altra puntata arricchisce questa infinita competizione tra le due perle del barocco. Questa volta il capoluogo ibleo arriva prima nella realizzazione di un impianto di biomassa. In pratica mentre a pochi chilometri abbiamo assistito a battaglie politiche, a mobilitazioni di massa d’altri tempi, alla riscoperta di identità cittadine e coscienze ecologiche, a Ragusa una ditta di Chiaramonte, la Gulfi Energia, senza clamori e a fari spenti ha percorso le varie trafile burocratiche giungendo alla meta. E’ arrivato infatti il pronunciamento della Regione Sicilia – Assessorato Ambiente e Territorio che autorizza la Gulfi Energia a realizzare (si legge testualmente il decreto regionale) “impianto per la digestione anaerobica ed il compostaggio di rifiuti organici abbinato ad una sezione per il recupero energetico del biogas finalizzata alla produzione di energia elettrica avente potenza nominale pari a 999 kW ubicato nella zona industriale di Ragusa – IV Fase”. A scorrere bene il decreto si capisce che tra i due impianti, quello di prossima realizzazione a Ragusa e quello rimasto in sospeso a Modica, c’è qualche differenza. Mentre quello modicano è stato pensato per utilizzare esclusivamente i sottoprodotti dei rifiuti agricoli, in quello ubicato nella zona industriale di Ragusa verranno bruciati anche comunissimi rifiuti provenienti da cucine, mense, mercati e perfino legno. Avverso il provvedimento di autorizzazione della Regione è ammesso ricorso giurisdizionale dinanzi al TAR entro 60 giorni dalla data di pubblicazione o anche un ricorso straordinario al Presidente della Regione siciliana entro il termine di 120 giorni dalla data di pubblicazione.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI