M5s Ragusa in controreplica al Sindaco su Cava dei modicani

“Avrebbe dovuto essere un chiarimento. Si è, invece, trasformato in un tentativo di dirottare l’attenzione altrove, non rispondendo nel merito a tutti gli interrogativi che abbiamo posto su una questione di fondamentale importanza per il futuro del conferimento dei rifiuti a Ragusa”.

Così il gruppo consiliare M5s Ragusa controreplica alle spiegazioni del primo cittadino sulla controversa questione della discarica di Cava dei modicani e dell’autorizzazione Aia che, non essendo arrivata, ha di fatto determinato, come sta accadendo in questi giorni, il trasporto della componente secca e non trattata dei rifiuti fuori provincia, esattamente a Lentini.

“Il sindaco ci fa sapere, credendo di spiegare quando invece glielo avevamo già ricordato noi – continua il gruppo consiliare M5s Ragusa – che la richiesta di Aia risale al 2015 e che l’iter è stato completato nel marzo 2018. Ed è, infatti, proprio a partire da quella data, e in particolare, stando ai dati in nostro possesso, con riferimento a una finestra di ben 21 mesi di inerzia, che vorremmo comprendere le ragioni di questa fase di stallo, capire il perché non si è mosso un dito per ultimare l’iter. C’è stata una riunione della Srr, lo abbiamo detto, a dicembre 2019 ma nei 21 mesi precedenti non si è fatto nulla quando nel 2018 la pratica era stata lasciata, dalla precedente amministrazione, pronta per essere ultimata. Su quasi due anni di totale immobilismo, nel suo intervento, Cassì non ha speso neppure una parola. Poi, la valutazione che ci lascia basiti. Il sindaco, infatti, dice che l’Arpa ha sempre concesso parere positivo sulla proroga salvo poi cambiare idea nell’aprile scorso senza apparente giustificazione dato che dai parametri oggettivi riscontrati, è sempre il sindaco ad affermarlo, è emerso che l’impianto funzionasse nel pieno rispetto delle prescrizioni. E allora, se così era, perché l’Arpa avrebbe cambiato idea? Perché i sindaci e la Srr non denunciano l’Agenzia regionale visto che l’impianto sarebbe stato chiuso a causa, a quanto si evince dall’interpretazione di queste riflessioni provenienti dal sindaco, di un cambiamento umorale? Insomma, per il primo cittadino di Ragusa, tutto è nel pieno rispetto dei parametri però l’Arpa non dà più la proroga. Una evidente contraddizione in termini che non sta né in cielo né in terra. E’ come dire che uno fa un buon esame per la patente di guida e però si determinano a non dargliela e, quindi, comunque non può guidare”.

I Cinque Stelle poi aggiungono: “Il sindaco ci accusa di non dire, e lo avremmo fatto furbescamente, che la discarica e l’impianto Tmb sono al momento affidati a una gestione commissariale. Ecco, anche in questo caso Cassì cerca di spostare l’attenzione altrove, facendoci passare per quelli che non hanno capito nulla. Noi abbiamo detto, egregio sindaco, che lei, in qualità di componente della Srr, dovrebbe, casomai, visto che la discarica è a Ragusa, tenere in considerazione che il suo territorio, anzi il nostro territorio, viene vituperato, tralasciato. Quindi, se il sindaco di un altro comune del comprensorio può fare a meno di considerare la cosa e si può anche girare dall’altro lato, certo il primo cittadino di Ragusa non se lo può permettere. Invitiamo, quindi, il sindaco a evitare di dirottare l’attenzione su argomentazioni che non esistono per poi additare responsabilità ad altri. Infine, vorremmo aggiungere che, a conclusione del suo intervento, Cassì ha detto che gli è stato assicurato che la pratica sarà esitata a breve. Bene, ce lo auguriamo. Ci chiediamo che cosa dovrebbe essere cambiato da due anni a questa parte. Saremmo felici di essere smentiti nei fatti”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI