Cisl Fp chiede protocollo a tutela del personale di enti e amministrazioni iblee

0
357

Un incontro per ragionare sulla creazione di un protocollo di accordo riguardante l’emergenza legata alla diffusione del virus Sars-Cov-2. E’ il senso della richiesta urgente che la Cisl Fp ha trasmesso agli enti e alle amministrazioni delle funzioni locali, delle funzioni centrali e del comparto Sanità della provincia di Ragusa e, per conoscenza, alla Prefettura.
“Con l’approvazione del Dl n.33 del 16.05.2020 e del Dpcm del 17.05.2020, che modificano le misure urgenti di contenimento del contagio del virus Sars-Cov-2 sull’intero territorio nazionale – scrive nel documento il segretario generale Cisl Fp Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi – si è passati nella nuova fase di gestione dell’emergenza epidemiologica, la cosiddetta “Fase 2”. Appare evidente che il progressivo allentamento delle limitazioni dovrà, inevitabilmente, sviluppare adeguate iniziative utili per fronteggiare l’impatto causato dalla ripresa delle attività nelle varie realtà della Pubblica amministrazione. Per quanto sopra, la nostra organizzazione sindacale si pone l’obiettivo di promuovere, per il tramite del confronto, condivisi orientamenti sui piani di sicurezza anti-contagio delle pubbliche amministrazioni e sulle modifiche organizzative e gestionali da introdurre a seguito dell’adozione della modalità di lavoro agile quale modalità ordinaria di lavoro. Pertanto, a similitudine di quanto avvenuto a livello nazionale con la sottoscrizione dei protocolli tra il Governo e le organizzazioni sindacali, si chiede ad ogni singolo ente e amministrazione del territorio ragusano un incontro urgente, nel rispetto delle recenti normative per evitare il contagio, al fine di stilare e sottoscrivere il protocollo di accordo di cui stiamo parlando e che si rende necessario per il periodo post Covid”.
“Non vogliamo essere complici delle omissioni di adempimenti normativi da parte degli amministratori – conclude Passanisi – Per questo la Cisl Fp Ragusa Siracusa terrà alta l’attenzione su questo argomento, perché la salute delle persone viene prima di tutto”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

20 − 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.