Il Fuori Coro. “Solidarietà alla Polizia Locale di Modica”

Ufficiali ed Agenti appartenenti alla Polizia Locale di diversi Comuni d’Italia che, uniti
nel comune intento di vedere finalmente approvata la riforma della Polizia Locale, hanno
costituito sui social  un gruppo denominato “Il Fuori Coro”, ci scrive riguardo alla vicenda che ha riguardato l’arresto da parte di carabinieri e polizia locale di Modica di un pregiudicato.

Di seguito la lettera:

“Dopo avere letto l’articolo di cronaca del quotidiano on-line “radiortm.it.it” del 07 maggio u.s.

Modica: aggredisce la polizia locale, il pomeriggio evade


“Modica: aggredisce la polizia locale, il pomeriggio evade ”.
Le cronache che leggiamo, ci danno sempre un’immagine speculare della realtà offrendoci
altresì, sempre uno spunto sul quale riflettere in merito alle nostre quotidianità ed al nostro
sentire in materia etico comportamentale, in merito a cosa sia la normalità e se essa sia
riconducibile alla consuetudine o ad una qualche regola generale. Questo incipit a sfondo
sociologico ci offre il destro per commentare quanto accaduto a Modica, nel ragusano, dove
un 46enne nisseno pluripregiudicato ed ospite di una struttura cittadina, nel giro di poche
ore, ha dato triste spettacolo di sé, aggredendo i colleghi della “Locale” modicana,
minacciando di morte due Agenti e collezionando il record di due arresti nel giro di poche
ore. Tutta questa deprecabile storia nasce dal risentimento covato da questo pregiudicato
nei confronti di due Agenti della è immagine speculare di una situazione a livello nazionale fatta di aggressioni, minacce, percosse, violenze fisiche, verbali e psicologiche quando non addirittura di morti violente. Anche questa ormai è una delle situazioni di “normalità “di questo nostro bizzarro Paese dove il “vigile è considerato un poliziotto di serie B, al riparo da ogni rischio e comunque, nel migliore dei casi, visto come un esattore comunale od un gabelliere intransigente e monolitico. Ebbene niente di tutto ciò e quanto accaduto a Modica ne è incontrovertibile prova dei pericoli e delle criticità di una professione sottostimata e poco accreditata quanto invece fondamentale per la sicurezza ed il buon ordine dei cittadini e della comunità tutta. Meditiamo dunque tutti in merito a questa vicenda quanto meno perché la Legge torni a parlare di normalità e non di bizzarrie, assolutamente in antitesi con la Legge stessa e meditiamo inoltre sulla assoluta necessità di Riformare la Polizia Locale a garanzia di sicurezza per il Paese e per gli Agenti stessi.
Solidali con i colleghi della “Locale” modicana, ci stringiamo a loro in un forte e fraterno
abbraccio mentre per il protagonista negativo di questa vicenda, solo il nostro biasimo.
Con la presente, IL FUORI CORO vuole infine rappresentare ed esprimere la più totale
vicinanza al Comando della Polizia Locale di Modica per quanto accaduto. La nostra
solidarietà a tutti voi”.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI