Ust Cisl Ragusa-Siracusa. Basta con gli incidenti sul lavoro.

0
312

“Sono indispensabili più controlli. E’ necessario elevare ancora di più la soglia dell’attenzione. Non è possibile continuare a pagare questo tributo di vite umane. In provincia di Ragusa è il secondo tragico incidente sul lavoro che si verifica nel giro di una settimana. Non è accettabile”.

E’ il segretario generale dell’Ust Cisl Ragusa Siracusa, Vera Carasi, a denunciarlo dopo la morte bianca che ha strappato la vita a un operaio di 34 anni, Saverio Gilestro, 31 anni, rimasto folgorato durante la propria attività lavorativa in contrada Piano Guastella, nel Vittoriese. “Un giovane che stava adempiendo la propria attività lavorativa – continua Carasi – non potrà più tornare a casa dai propri cari perché è rimasto colpito dai fili dell’alta tensione. Non doveva accadere ma è accaduto. Ed è un tragico modo di fare la conta di quante persone, per portare legittimamente a casa uno stipendio, hanno già perso la vita dall’inizio dell’anno per incidenti sul lavoro. Chiediamo alle altre forze sindacali della provincia di Ragusa di sederci attorno a un tavolo e di valutare l’opportunità di promuovere un forte momento di sensibilizzazione per far sì che la soglia di attenzione si innalzi sempre di più. Tutti abbiamo il dovere di fare la nostra parte e di contribuire a fare cessare questa ecatombe silenziosa. Che valore ha, continuiamo a chiederci, perdere la vita mentre si lavora? Noi pensiamo che così non è più possibile andare avanti e che è indispensabile individuare le necessarie contromisure”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

quattro × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.