Si firma patto contro infiltrazioni mafiose nei lavori della “Rosolini-Modica!

0
967

A seguito della ripresa dei lavori di completamento del tratto autostradale Rosolini-Modica, lunedì presso la Prefettura di Ragusa, alla presenza dell’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Marco Falcone, sarà firmato dal Prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, e dal Prefetto di Siracusa, Giuseppa Scaduto, il Protocollo di Legalità con il Consorzio per le Autostrade Siciliane e la Cosedil S.p.A. con l’obiettivo di prevenire e contrastare i tentativi di infiltrazione da parte delle organizzazioni criminali nell’esecuzione dei lavori stessi.

Il documento pattizio che sarà sottoscritto segue quello già stipulato nel 2015, non rinnovato alla scadenza per l’intervenuta sospensione dei lavori.

In ragione della determinazione assunta dalla Regione Siciliana volta a riavvviare i cantieri per il completamento dell’importante infrastruttura, è stato manifestato l’intendimento di rinnovare l’impegno a suo tempo assunto a fornire impulso al percorso di legalità e trasparenza già intrapreso con la stipula del precedente accordo allo scopo di assicurare il preminente interesse pubblico in relazione alla realizzazione dell’opera in parola – di valenza strategica per l’area Sud Orientale della Sicilia – consentendo così di esercitare appieno i poteri di monitoraggio e vigilanza ai fini di prevenzione, controllo e contrasto dei tentativi di infiltrazione mafiosa e di verifica della sicurezza e della regolarità dei cantieri di lavoro.

In particolare, l’accordo prevede, tra l’altro, misure intese a rendere più stringenti e più ad ampio raggio le verifiche antimafia in deroga alle soglie di valore previste dalla normativa vigente e riguarderà tutte le imprese impegnate nella realizzazione dell’opera, con l’inserimento nei contratti di apposite clausole per la prevenzione di interferenze illecite di tipo mafioso e corruttivo.

Consentirà, altresì, la tracciabilità dei flussi finanziari nonché forme di monitoraggio durante l’esecuzione dei lavori e accessi mirati ai cantieri da parte dei Gruppi Interforze Antimafia delle Prefetture di Ragusa e di Siracusa, controlli in materia di regolarità dell’impiego della manodopera e delle posizioni retributive e contributive, nonché attività di vigilanza sugli aspetti connessi alla sicurezza sul lavoro.

Infine, presso la Prefettura di Ragusa sarà istituita un’apposita “cabina di regia”, con la partecipazione dei rappresentanti dei firmatari del Protocollo e delle Forze dell’Ordine, allo scopo di effettuare, attraverso incontri periodici, un monitoraggio congiunto ed una valutazione complessiva della situazione e delle eventuali problematiche emergenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

dodici + undici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.