Pozzallo. Nuova discarica comprensoriale: “Abbiamo già dato”

In merito alla individuazione del sito, per allocare la nuova discarica comprensoriale, che il Commissario Straordinario della SSR Ato Ambiente Ragusa si accinge a fare, la posizione del Comune di Pozzallo è estremamente chiara: abbiamo già dato.
Il territorio di Pozzallo, denuncia il Sindaco Roberto Ammatuna, ha subito, in passato, insediamenti a ridosso del centro abitato che hanno minato la sostenibilità ambientale dello stesso, pur essendo al servizio anche di altre comunità: il depuratore che serve anche a Marina di Modica e la zona industriale con alcuni insediamenti produttivi le cui emissioni sono altamente inquinanti dal punto di vista odorigeno.
La nuova discarica comprensoriale, quindi, dovrà essere allocata a molta distanza dai luoghi antropizzati e non dovrà comportare ulteriori danneggiamenti ad un territorio estremamente ridotto e già vessato da precedenti iniziative come quello di Pozzallo.
Per quanto attiene poi i “guai di contrada Zimmardo”, per onor di verità bisogna chiarire che hanno origine più lontana del 2010.
Con D.A. n. 1767 del 10 agosto 2010 è stata disposta l’adozione della proposta del Piano Paesaggistico degli Ambiti 15-16-17 di Ragusa, al quale hanno fatto seguito le osservazioni, opposizioni, proposte e reclami presentati nei termini di legge, per arrivare quindi al D.A. n. 1346 del 5 aprile 2016 che ha segnato l’approvazione definitiva del Piano.
Per tutto questo tempo sono state coinvolte le istituzioni interessate, per cui chi svolgeva in quel periodo funzioni istituzionali (presidente, assessore o consigliere provinciale, sindaco) aveva piena possibilità di intervenire per modificare la proposta.
Infine, a livello regionale, conclude Ammatuna, decisioni sono state assunte in ambito governativo – tant’è che l’atto di approvazione è un decreto assessoriale – senza alcun coinvolgimento assembleare.
Tutto ciò senza polemica, solo per tutela della verità, perché anche se in passato sono stati commessi errori adesso bisogna guardare avanti e risolvere con la collaborazione fattiva di tutti i comuni una emergenza, quale quella dei rifiuti, che interessa l’intera provincia di Ragusa.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI