Biogas Modica. “Tutti dicono di aver vinto, ma..”. Pubblichiamo

0
1007

“Con riferimento alla vicenda biometano ed alle diverse interpretazioni date dai soggetti a vario titolo coinvolti, il Consorzio Stradale Zimmardo – Bellamagna, che insieme ad altri privati residenti nella zona ha fatto ricorso al Tar Catania per l’annullamento dell’autorizzazione per la realizzazione dell’impianto di produzione di biometano rilasciata alla Biometano Ibleo dal Comune di Modica, per il tramite del suo presidente Dott. Corrado Rizzone Favacchio precisa quanto segue:

all’udienza svoltasi ieri 12 febbraio avanti al Tar per l’esame della domanda di sospensione della autorizzazione, il Consorzio e gli altri ricorrenti, difesi dall’Avv. Francesco Stornello, anche alla luce degli impegni pubblicamente assunti dal Sindaco di Modica e dalla Ditta stessa avanti al Soprintendente ai Beni Culturali di Ragusa e d’altronde della complessità delle questioni oggetto del ricorso, hanno proposto alla Biometano Ibleo di soprassedere dall’iniziare i lavori fino alla decisione del ricorso nel merito e contestualmente hanno chiesto al T.A.R. di fissare sollecitamente la relativa udienza.

Sull’accordo delle parti, il Tar ha accolto la richiesta dei ricorrenti e disposto che la causa venga discussa nel merito all’udienza del 21 ottobre prossimo, senza pronunciarsi sulla domanda di sospensiva, alla cui decisione, per effetto di quanto riferito, allo stato i ricorrenti non hanno più alcun interesse.

Le altre parti intervenute nel giudizio (Comune di Modica, Comune di Pozzallo ed Associazione Rifiuti Zero) hanno preso atto di quanto deciso, che consente a tutti i soggetti interessati di avere in tempi brevi una decisione risolutiva sull’intera vicenda, senza che nelle more sia modificato e compromesso l’attuale stato dei luoghi e, quindi, l’assetto del territorio.

Dott. Corrado Rizzone Favacchio

Presidente

Consorzio Stradale Zimmardo – Bellamagna”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.