Il Santa Croce calcio pareggia in terra etnea per risalire

0
275

Un buon punto conquistato contro la San Pio X che smuove la classifica dopo cinque sconfitte consecutive. Il Santa Croce calcio avrebbe meritato anche di più, ma, nell’ambiente biancazzurro il pareggio è stato accettato di buon grado, soprattutto, per mettersi alle spalle il periodo nero che ha bloccato in graduatoria il “Cigno”. È stata una gara dalle emozioni intense quella del “Bonaiuto Somma” di Mascalucia con i biancazzurri sempre in vantaggio grazie alle reti di Floridia e Di Rosa. I locali non sono stati a guardare e hanno sempre risposto a tono, ma le tante azioni da rete mancate dagli uomini di Lucenti a fine gara hanno lasciato tanto rammarico, perché potevano fruttare qualcosa di meglio. Ottimo l’apporto del rientrante Leandro Di Rosa che è stato una vera spina nel fianco dei locali, tanto da procurarsi un rigore, trasformato poi da Floridia, e poi marcando la rete del raddoppio. I punti ora in classifica salgono a 24, ma, nel prossimo turno il “Cigno” osserverà la giornata di riposo, per poi tornare in campo domenica 2 febbraio contro l’Enna. “Le risposte che cercavo i ragazzi me le hanno date in campo. – commenta Gaetano Lucenti – È stata una partita all’arma bianca e la squadra ha buttato il cuore oltre l’ostacolo conquistando un buon punto che ci aiuta a smuovere la classifica. Sicuramente avremmo meritato qualcosa in più, però già il fatto di aver smosso la classifica e la buona prestazione fatta in campo ci gratifica per il futuro. La squadra ha creato tanto, sfiorando più volte la rete, ma, nonostante la superiorità numerica non siamo riusciti a fare nostra la gara. La risalita non sarà semplice, ma siamo sulla buona strada e comunque, andare a fare risultato in casa della San Pio X non è impresa di tutti. Adesso ci fermeremo per il nostro turno di riposo e poi speriamo di recuperare gli infortunati Iozzia e Reinero e in seguito anche Leone che dovrà ancora scontare un turno di squalifica. Dovremo recuperare l’aspetto psicologico e fisico, perché al rientro ci aspetterà un confronto difficile con l’Enna che nell’ultimo turno ha fermato in trasferta la capolista Paternò”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.