Party al Castello dei Conti. 100 Passi per Modica fa delle proposte

Le dichiarazioni ufficiali di Stefano Giaquinta in merito alla festa privata tenutasi al Castello dei Conti a Modica sono considerate di secondaria importanza dal Comitato Cento Passi che li ritiene non  necessarie considerando il principale interlocutore sulla vicenda l’amministrazione comunale. “Il problema che abbiamo posto è politico – spiega Antonio Ruta -riguardando la mancanza di regole certe e uguali per tutti in merito alla fruizione degli spazi e la discrezionale, arbitraria e padronale modalità di gestione, adottata dall’amministrazione per la cessione delle strutture pubbliche (anche in altre occasioni e non solo in quella oggi in commento). Abbiamo chiesto, fin dall’inizio, chiarimenti all’amministrazione comunale che, invece, ha dato risposte evasive, contraddittorie e poco credibili, oggi smentite anche dalle dichiarazioni dell’imprenditore privato”.
Il caso politico, quindi, non può dirsi archiviato. “Tuttavia – aggiunge Ruta – affinché la polemica si stemperi ed anzi se ne colgano le opportunità, noi chiediamo all’amministrazione comunale, sia pure senza recesso dalle riserve già espresse in merito alle scelte fatte fino ad oggi, di compiere due atti importanti: presentare in Consiglio Comunale un vero Regolamento per la cessione delle strutture comunali, dotato di regole e protocolli certi, oggettivi e uguali per tutti, rinunciando a quella discrezionalità, se non vera e propria arbitrarietà, di concessione che si è attribuita con la delibera 3/2020 e disporre
 con la medesima norma regolamentare, che alcune strutture comunali, dotate di sufficiente spazio e di adeguati complementi, siano garantite gratuitamente alle forze politiche cittadine per la celebrazione (libera, democratica e senza distinzioni di appartenenza) di riunioni e incontri con la città e con i cittadini, affinché venga alimentato il dibattito democratico e il confronto sulle scelte strategiche da adottare nel futuro. Rimuovendo infatti, i costi di affitto delle strutture, che spesso rappresentano un ostacolo serio alle attività dell’associazionismo politico e, a volte, si possono trasformare in uno strumento di esclusione politica”. 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI