Farmaco salvavita arriva ad un paziente ricoverato a Modica.

E’ stata una corsa contro il tempo quella fatta dalle pattuglie della Polizia di Stato per poter recuperare un farmaco salvavita destinato ad un paziente ricoverato presso il reparto di cardiologia dell’ospedale Maggiore di Modica. E’ successo il 5 gennaio scorso quando, intorno  alle 23, alla Sala Operativa della Questura arrivava una telefonata con cui veniva preannunciato l’arrivo all’aeroporto di Catania del farmaco destinato al paziente ricoverato a Modica. In tempi celeri è stato organizzato e coordinato il servizio per il prelievo del farmaco, mediante staffetta di pattuglie della Polizia Stradale di Ragusa e Catania. Purtroppo, a causa delle forti raffiche di vento il velivolo su cui viaggiava il farmaco salvavita veniva dirottato presso l’aeroporto di Trapani costringendo le pattuglie a rimodulare le modalità di prelievo, richiedendo l’ausilio di pattuglie operanti in altre province. Grazie al coordinamento delle sale operative delle Questure interessate e dei Compartimenti della Polizia Stradale di Catania e Palermo, veniva prontamente pianificato un servizio di staffetta con l’ausilio di varie pattuglie della Polizia di Stato che si passavano di mano in mano il farmaco, fino ad arrivare a Lentini dove ad attenderlo era una pattuglia della Polizia Stradale di Ragusa. Da qui la corsa verso l’ospedale Maggiore di Modica dove ad attenderli c’erano i medici di turno della cardiologia.
Con quest’ultimo intervento si è concluso positivamente per la Polizia di Stato il periodo delle festività natalizie trascorse all’insegna della sicurezza nel territorio ibleo.
Sono state queste le direttive del Questore di Ragusa, Giusy Agnello, durante le festività appena trascorse che, in raccordo con la Prefettura, ha predisposto servizi straordinari di controllo del territorio con l’impiego di numerose pattuglie.
L’attività di prevenzione e controllo effettuata dalla Polizia ha avuto come obiettivo non solo di prevenire la commissione dei reati ed in particolar modo quelli di natura predatoria, ma anche di contrastare la produzione, il commercio e la detenzione di manufatti pirotecnici illecitamente importati, detenuti o fabbricati. A tale scopo, numerosi sono stati i controlli effettuati presso i vari esercizi commerciali della provincia finalizzati ad accertare l’eventuale messa in commercio di artifizi pirotecnici, non conformi alla normativa vigente e, quindi, pericolosi per l’incolumità fisica degli utilizzatori. Grazie all’attività di prevenzione della Polizia di Stato, per il capodanno in provincia non si sono registrati soggetti feriti dall’utilizzo di artifizi pirotecnici “insicuri”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI