Modica. Festival internazionale di Cinema e Poesia “Versi di Luce”: chiuso il sipario su un’edizione fuori dal comune.

Si è concluso martedì 10 dicembre l’edizione modicana dell Festival internazionale di Cinema e Poesia “Versi di Luce”, organizzato dal CineClub 262”, dal “Club Amici di Salvatore Quasimodo” e da “Officina Kreativa”, con il patrocinio del Comune di Modica.
L’undicesima edizione del Festival, realizzato in collaborazione con “Cineteca Modicana”, “C.T.C.M. per la Cultura”, “F.C.S.”, “F.I.C.C.” e “L.I.P.S.”, si è sviluppata a Modica nel corso del 2019 con diversi appuntamenti: la prima edizione di “Giovani Versi di Luce” a marzo scorso, il Poetry Slam a giugno, l’evento dedicato alla nascita di Salvatore Quasimodo ad agosto e la giornata conclusiva il 10 dicembre, oltre il gemellaggio con il “Premio Emilio Lussu” di Cagliari.
A queste iniziative devono aggiungersi gli eventi realizzati in contemporanea per il “Versi di Luce” di Gela, il fratello gemello del Festival di Modica.
Nel corso della serata finale che si è tenuta martedì scorso all’Auditorium multimediale “P. Floridia” di Modica si è snodato un programma ricco di momenti interessanti, apprezzati dal pubblico, a conferma della validità di un Festival dal respiro internazionale che punta sempre più alla qualità, al coinvolgimento e, soprattutto, alla progettualità del futuro.
Sono stati conferiti i 3 Premi Speciali “Una Vocve” alla memoria del giornalista Giorgio Buscema, “Musica e Poesia” al compositore e musicista Fabio Rizza e “Teatro e Poesia” all’attrice Carmela Buffa Calleo, si è svolta un’appassionata conversazione con Daniela Marcheschi sul tema “Premi Nobel siciliani: Quasimodo e Pirandello”, il lancio del progetto “La Via dei Nobel siciliani” con Grazia Dormiente; “Memorabile Festa all’Archimede di Modica” con Giovanni Ragusa; il momento “Sezione Giovani Versi di Luce: i protagonisti”; la proclamazione dei vincitori dell’undicesima edizione del “Versi di Luce Festival”.
Impressionante la quantità di cortometraggi, videoclip, video poesie e lungometraggi arrivati da tutto il mondo (USA, Canada, Regno Unito, Taiwan, Grecia, Messico, Bulgaria, Russia, Spagna, Francia, Germania, Turchia, Brasile, ecc.).
Alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Modica, la dott.ssa Maria Monisteri e degli organizzatori e delle personalità intervenute, il pubblico entusiasta e attento è stato accompagnato in un viaggio emozionante tra Cinema e Poesia, superando le distanze, e si è lasciato coinvolgere attraverso il messaggio audio registrato dalla protagonista di “How can i tell you”, il videoclip francese vincitore, la telefonata in diretta con il Maestro Emanuele Modica, protagonista del lungometraggio vincitore “Il pittore della tenda”, la musica dell’arpa del Maestro Fabio Rizza, la lettura da parte dell’attrice Carmela Buffa Calleo della poesia “Solitudini” di S. Quasimodo, il commovente ricordo del giornalista Giorgio Buscema alla presenza della moglie e altri momenti culturali sapientemente incastonati nel mosaico del programma.
La serata, condotta da Carmen Attardi, ha visto anche il conferimento del Premio speciale “William Molducci”, alla presenza della moglie Maria Pia Pecci (venuta appositamente come ogni anno, sensibile alla promozione di progetti culturali dedicati ai giovani), a due gruppi di studenti rappresentanti del Liceo Artistico “T. Campailla” e dell’Ist. Comprensivo “E. Ciaceri” di Modica, selezionati tra i tanti partecipanti a “Giovani Versi di Luce” di marzo scorso.
L’Assessore Maria Monisteri, a nome di tutta l’Amministrazione ha espresso il compiacimento per il Festival, rinnovando il sostegno dell’Amministrazione che crede nell’evento, incoraggiando a continuare nel percorso iniziato undici anni fa e che anno dopo anno cresce in qualità e bellezza.
Presente anche il Presidente dell’Anffas di Modica, associazione ospite e parteciopante a “Giovani Versi di Luce” e i referenti dell’Associazione “Salvuccio Agosta” di Modica.
Ecco i vincitori del concorso internazionale nelle sezioni di riferimento: Migliore Videoclip: “How can i tell you” di Barbara Creutz (Francia); Migliore Lungometraggio: “Il pittore della tenda” di Renato Lisanti (Italia); Migliore Videopoesia: “Amare è guarire” di Luca Nanini (Italia); Migliore Cortometraggio: “Electric Current” di Petr Fedorov (Fed. Russa).
Ai vincitori sono state consegnate la particolare ed espressiva statuetta del Festival e l’immancabile barretta di ciccolato di Modica con il logo dell’evento (offerto dal C.T.C.M.).
Un ringraziamento va anche a “Gruppo Inventa”.
“Il tuo cuore agitato sente sempre una gran mancanza” è stato il claim del “Versi di Luce” che anche quest’anno ha raccolto tantissimi consensi, un plauso al messaggio eterno della Poesia, alla perseveranza di chi celebra a Modica, unicamente e in maniera straordinaria, il linguaggio poetico e cinematografico.
Inutile sottolineare che il cantiere dei lavori per l’edizione 2020 è già in fermento e che il “Versi di Luce porta bene” (sembra quasi un altro claim), come confermato da più voci nel corso della serata conclusiva.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI