Modica. I 60 anni dal Nobel per la Letteratura a Salvatore Quasimodo. L’assessore: ”Occasione per la lettura e lo studio di uno dei giganti del ‘900”

“Un grande onore per la città, per noi e per quanti serbano attenzione e cura per la nostra cultura celebrare oggi i sessant’anni dalla consegna del Nobel a Salvatore Quasimodo, poeta del mondo e dell’impegno civile di cui questa città va orgogliosa e fiera.
Il suo patrimonio letterario e spirituale, gelosamente custodito nella casa Museo e amorevolmente gestito dall’Associazione Proserpina, dà modo alle giovani generazioni di venire in contatto con uno dei giganti delle letteratura italiana del secolo scorso. Un esempio e un monito perché lo studio e la lettura costituiscano strumento indispensabili per vivere nella libertà di idea e di azione”.
Con queste parole l’assessore alla Cultura, Maria Monisteri, ha partecipato stamani alla cerimonia in occasione dei sessant’anni dall’assegnazione del Nobel per la letteratura 1959 a Salvatore Quasimodo. Una sobrio momento celebrativo con la posa di una corona d’alloro alla lapide nella Casa Museo del poeta nato a Modica il 20 agosto del 1901; celebrazione che è continuata con un’esibizione degli studenti del Liceo musicale di Modica e una dotta conversazione di Daniele Pavone che ha tratteggiato i caratteri peculiari umani e artistici del poeta.
Da rilevare per l’occasione la mostra, nella Casa Museo, del pittore Lorenzo Maria Bottari che ha fornito il suo contributo attraverso opere che si richiamano alla poetica del premio Nobel.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI