Ivana Castello(Pd): “La città ha vissuto l’allerta ChocoModica e l’allerta monnezza”

“La città ha vissuto in questi giorni l’allerta «ChocoModica» e l’allerta «monnezza». Lo sostiene il capogruppo del Partito Democratico, Ivana Castello, secondo la quale le manifestazioni di ChocoModica  hanno meravigliato un po’ tutti: l’afflusso delle persone è andato oltre ogni più rosea aspettativa. “Allo stesso tempo, però – dice – parecchi abitanti hanno dovuto pagare una sorta di prezzo figurato, poiché hanno trovato le strade impedite o hanno dovuto chiedere speciali permessi per raggiungere (in macchina) le loro abitazioni.  Altra meraviglia suscita «l’allerta immondizia». Si colloca all’interno della vertenza arretrati che da alcuni mesi il Comune manca di pagare al personale IGM. Gli operai    danno atto al Sindaco di avere già pagato, da allora, la mensilità di agosto e che oggi dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) pagare quella di settembre. Avevano chiesto, però, la disponibilità dell’aula consiliare per discutere di un paio di problemini che stanno a cuore a tutti (o quasi), ovvero luci ed ombre dell’igiene urbana a Modica e la regolarizzazione dei pagamenti al personale IGM”.

La domanda fu presentata il 28 novembre e il 3 dicembre è stata recapitata la risposta negativa.

“Tralasciando qualche altro discutibile aspetto, la motivazione del diniego non può non suscitare serie perplessità. Che significato deve attribuirsi all’espressione secondo cui non si rilascia l’autorizzazione «poiché non è abitudine di questa Presidenza» rilasciarne? Si accampa, dunque, un’abitudine, che è fatto personale della Presidente del Consiglio, e si dimentica che il Municipio è la «casa» (spesso anche in senso patrimoniale) «dei cittadini». Non a caso ho accennato alle difficoltà di tornare al proprio focolare da parte di taluno rimasto impigliato nelle restrizioni cioccolattiere. Oggi a Modica abbiamo l’allerta abitazioni, potrebbe dirsi con una boutade, perché il popolo non è più padrone (per fortuna limitatamente alla festa della cioccolatta) né delle proprie abitazioni, né di quella comunale. Dobbiamo considerarci espropriati? E dire che gli operai IGM, discutendo coi consiglieri, avrebbero potuto ricevere e dare, a un tempo, il loro apporto per risolvere i problemi dell’igiene cittadina, tra cui anche quello dei pagamenti tardivi. In ogni caso il personale IGM, dopo aver lavorato con senso di responsabilità durante il Chocomodica, ha proclamato due giornate di sciopero per il 13 e il 14 di dicembre”.

 

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI