Oltre sei tonnellate di hashish a bordo di una barca a vela. Pozzallo, tre spagnoli condannati a quindici anni complessivi

Quindici anni di reclusione e 48 mila euro complessivi. E’ la condanna inflitta dal Gup del Tribunale di Ragusa, Andrea Reale, ad Alfredo Marsal Margalef,   60 anni, Alexander Rivas Beltran, 32 anni, e Javier Perez Haro, 52 anni, tutti spagnoli,    arrestati lo scorso 11 aprile dalla guardia di finanza a Pozzallo.  L’arresto avvenne grazie ad una task force  costituita da oltre 30 militari del G.I.C.O. di Palermo, del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Ragusa, della Tenenza e della Sezione Operativa Navale di Pozzallo, e del Servizio Centrale Investigativo Criminalità Organizzata di Roma. A seguito della perquisizione sulla barca a vela a bordo della quale erano i tre, furono rinvenuti 231 tipici sacchi di iuta contenenti cinque differenti qualità di hashish, contraddistinti da suggestivi loghi o cifre, tra i quali, questa volta, anche quello di una nota casa automobilistica.

Le Fiamme Gialle, dopo aver preso contatti con la Procura della Repubblica di Ragusa, avevano sequestrato l’imbarcazione, la sostanza stupefacente trasportata e la strumentazione di bordo utile alla ricostruzione della reale rotta seguita.
I tre membri dell’equipaggio erano stati successivamente tradotti presso la Casa Circondariale di Ragusa.

La sostanza stupefacente sequestrata destinata ai consumatori europei, avrebbe potuto fruttare, al dettaglio, circa 60 milioni di euro.
I tre spagnoli, condannati a cinque anni di reclusione e 16 mila euro di multa ciascuno, sono stati processati col rito abbreviato.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI