For Some Of The Best Chocolate In Italy, Head To Sicily, la Sicilia, Modica e la cioccolata esaltata da Forbes

La Sicilia, Modica e la cioccolata esaltata in un lungo e dettagliato articolo a firma della giornalista Catherine Sabino e pubblicato su Forbes, una rivista statunitense di economia. Viene pubblicato bisettimanalmente e i suoi articoli trattano di finanza, industria, investimenti e marketing. Si occupa però anche di trattare altri argomenti che hanno a che fare con l’economia, come tecnologia. Il testo originale è, ovviamente, in inglese, che noi abbiamo tradotto e che vi riproponiamo.

Con il rigore perfezionista e la devozione alla scrupolosa tradizione artigianale, gli italiani scoprono alcuni dei commestibili più ambiti al mondo. Mentre i vicini settentrionali della Svizzera e del Belgio possono essere meglio conosciuti per la loro produzione complessiva di cioccolato, anche l’Italia è un produttore stellare, con luoghi come Torino, Perugia e la valle del cioccolato in Toscana tra i luoghi che creano dolci memorabili. Ma per assaggiare uno dei tipi più insoliti e storici di cioccolato italiano – alla sua fonte – devi recarti nella squisita città barocca di Modica, nel sud della Sicilia.
Qui troverai cioccolato creato con tecniche antiche, risalente al tempo degli Aztechi, e portato nella zona nel 1500 quando la Spagna dominava l’isola. Il cioccolato è lavorato alla vecchia maniera, con fagioli schiacciati a mano su un metate, una lastra di pietra un tempo utilizzata per creare xocoàtl, un precursore della versione di Modica, in America Centrale. Ma non è solo la lavorazione artigianale a rendere unico il prodotto. Non esiste una fase di conchiglia, in genere utilizzata nella preparazione del cioccolato, e la pasta lavorata con il metate viene riscaldata solo a 40 gradi centigradi, quindi lo zucchero aggiunto mantiene la sua forma granulare, conferendo alle barrette risultanti una consistenza croccante. Il cioccolato è spesso aromatizzato con cannella e vaniglia e con prodotti locali come pistacchi e scorza di agrumi.
Modica fa di tutto per la sua famosa creazione quando mette in scena ChocoModica, una celebrazione di più giorni che si svolgerà quest’anno dal 5 all’8 dicembre. La festa del 2018 includeva degustazioni, dimostrazioni culinarie, seminari, conferenze, una fiera dell’artigianato e persino una sfilata attraverso il centro storico di Modica, insieme a un concerto, oltre a un sacco di cioccolata calda per iniziare la stagione delle vacanze. Ma se non riesci ad arrivare a Modica quando il festival è in pieno svolgimento, non avrai problemi a fare una baldoria al cioccolato durante una visita in altri periodi dell’anno. Mentre ci sono molti negozi che offrono le specialità della città, l’Antica Dolceria Bonajuto è una delle attrazioni da non perdere. Considerata la più antica fabbrica del suo genere in Sicilia, questo punto di riferimento è guidato da Pierpaolo Ruta, la sesta generazione della sua famiglia. (Franco Ruta, il suo defunto padre, è accreditato per aver reso il cioccolato di Modica l’elemento di fama internazionale che è oggi.) Nel negozio c’è una sezione di degustazione in cui è possibile assaggiare le varietà, con aromi classici come vaniglia e cannella, insieme ad altri opzioni tra cui maggiorana, zenzero o sale. Se sei incuriosito da questo antico metodo di produzione del cioccolato, fai un tour dietro le quinte e visita il nuovo laboratorio bean-to-bar dell’azienda. (Le prenotazioni devono essere fatte con tre giorni di anticipo.) Potrebbe essere difficile lasciare questo negozio – oltre a tutti i cioccolatini, produce dolci siciliani unici come il torrone all’aranciata e il mpanatigghi, pasticcini a forma di mezzaluna ripieni di mandorla, carne e miscela di cioccolato, un’altra prelibatezza locale con origini nel passato spagnolo della città.
Campionare dolci incredibili non è l’unica cosa da fare a Modica, una delle eccezionali città tardo barocche del Val di Noto elencate come patrimonio mondiale dell’Unesco. Passeggia per le suggestive strade di Modica, ammirando capolavori architettonici come la Cattedrale di San Giorgio. Una visita dopo un attacco di chocoholism ti darà la possibilità di “riscattarti dal peccato della gola”, suggerisce il sito web turistico ufficiale della Sicilia. Sarai anche in grado di bruciare alcune calorie, poiché ci sono molti passaggi da percorrere per raggiungerlo. Redenti o no, gli amanti del cioccolato che potrebbero pensare ad un viaggio in estate dovrebbero notare che Modica si trova anche vicino al mare: Marina di Modica dista circa 22 chilometri.

A palazzo in Modica. (Photo by Lorenzo De Simone/AGF/Universal Images Group via Getty Images)Universal Images Group via Getty Images

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI