Ragusa. Solleciti di pagamento TARI per gli anni 2014 -2015 – 2016 Informazioni ai cittadini

Il Settore Tributi rende noto ai contribuenti che i solleciti di pagamento TARI per gli anni 2014 -2015 – 2016, notificati negli scorsi giorni ai contribuenti, si riferiscono alle bollette della TARI precedentemente emesse per i medesimi anni e che sono risultate non pagate in tutto o in parte.
Nel caso in cui il sollecito non ha tenuto conto del versamento già effettuato i contribuenti possono presentare presso l’Ufficio protocollo del Comune di Ragusa, Corso Italia – piano ammezzato o inviare alla mail: Ufficio.protocollo@comune.ragusa.gov.it o alla pec: protocollo@pec.comune.ragusa.gov.it la richiesta del riconoscimento dei pagamenti il cui modulo, denominato “richiesta inserimento versamenti” corredato della copia delle ricevute di pagamento, è scaricabile nella sezione Modulistica TARI al seguente link https://www.comune.ragusa.gov.it/cittadino/tasse/tari.html.
Sarà altresì possibile scaricare il modulo per la richiesta di rateizzazione del dovuto.
Gli Uffici esiteranno le richieste inviando gli eventuali provvedimenti di annullamento, rideterminazione o i piani rateali all’indirizzo mail del contribuente che, se privo di indirizzo mail, sarà contattato telefonicamente.
Lo stesso Settore evidenzia altresì che il mancato riconoscimento dei versamenti effettuati è riconducibile all’utilizzo di canali di pagamento, quali ad esempio bonifici bancari, pagamenti on line o circuiti, non riconosciuti dal software gestionale in uso.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI