Calcio femminile. Parte il progetto della formazione degli uffici giudiziari iblei

Lo scorso 3 Ottobre ha debuttato ufficialmente la squadra femminile di calcio a 5 degli Uffici Giudiziari Iblei affrontando a Scicli il  Bruffalori, che milita nel campionato interprovinciale CSENIl primo test, molto impegnativo, contro una storica ed importante società di calcio femminile, che da tanti anni milita in campionati interregionali e nazionali, è stato necessitato dal fatto che al momento, gli ordini professionali e le altre istituzioni pubbliche provinciali, compatibili con gli Uffici Giudiziari Iblei, non hanno una formazione di calcio femminile.

L’incontro, pertanto, partiva già segnato da un notevole squilibrio a favore della Bruffalori, sia in termini anagrafici, le giovani atlete della Bruffalori erano tutte nella fascia di età 16-20, che di  preparazione  fisica e tattica. Questo squilibrio è stato, però, in parte compensato dalla forza di volontà, dall’orgoglio, dell’entusiasmo e dal coraggio dalla compagine giudiziaria formata, per questa occasione, dalle avvocate Simona. Pitino, Lucia Carnemolla (capitano) Sofia Forciniti, Maria Concetta Di Franco, Cristina Di Paola, Angela Rustico (portiere) e (Silvana Cicero in prestito).

Le reti per gli Uffici Giudiziari Iblei sono state segnate da Simona Pitino,  Lucia Carnemolla, un autogol su tiro di Cristina Di Paola e un altro autogol su tiro di Silvana Cicero. Per la Bruffalori hanno segnato : Pacetto 3 , Zammitti 2, Mormina 2,  Giannì e Alfieri.

La squadra, messa in campo dal team manager degli Uffici Giudiziari  il Direttore Filippo Pasqualetto e coordinata dal  Giudice Fabrizio Cingolani , nonostante la sconfitta ( 9 a 4) ha giocato con cuore e  passione mettendo in campo tutto quello che poteva senza alcun risparmio durante gli intensi 50 minuti della partita.

La compagine calcistica giudiziaria ha mostrato ampi margini di miglioramento, evidenziate non solo da qualità agonistiche di indubbio valore, ma anche dalla tensione ed energia pulsante che, nonostante la sconfitta, è rimasta dentro il cuore e gli occhi delle calciatrici iblee.

Questa forza, questa energia, questo entusiasmo ha immediatamente contagiato non soltanto la Dirigenza degli Uffici Giudiziari, che investirà moltissimo sulla squadra femminile, ma anche i supporters presenti  all’incontro checon affetto, hanno chiesto di entrare in rosa per i prossimi impegni calcistici .

Questo primo incontro di calcio femminile, per l’intensità dei valori espressi e la vibrante passione trasmessa delle ragazze scese in campo, ha lanciato un messaggio importante, che và al di là della prestazione calcistica pura e semplice, ossia quello di incrementare negli enti pubblici presenti nella provincia iblea la divulgazione dei principi dello sport e della correttezza comportamentale  non solo tra le persone ma anche tra le istituzioni.    

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI