Consiglio Comunale di Scicli per votare il “preventivo”

0
401

Il Consiglio comunale di Scicli, convocato in seduta di aggiornamento per domani, mercoledì 03 ottobre 2019, si appresta a votare il bilancio preventivo e il documento unico di programmazione (DUP) 2019/2021. Ad esporre il proprio pensiero sull’attuale situazione finanziaria del Comune di Scicli e sul documento di pianificazione economica e di programmazione politica che viene approvato annualmente dal Consiglio comunale su proposta della Giunta, il Consigliere comunale, Guglielmo Scimonello.
“Prima di addentrarci in qualche considerazione tecnico politica – dichiara Guglielmo Scimonello – occorre tuttavia fare un po’ di storia per dire chiaramente come stanno le cose e fare tesoro delle esperienze passate. Grazie al pre-dissesto del Comune di Scicli con l’avvento dei commissari prefettizi, la tassazione fu portata ai massimi livelli e gli investimenti non poterono e non possono essere fatti accedendo a dei mutui. La città subì un forte declino, non solo sugli investimenti ma anche sulla manutenzione e non furono fatte opere ex novo se non per quanto riguarda i progetti plus diretta conseguenza delle idee e dei finanziamenti delle Giunte che avevano governato in precedenza. Invero, – continua Scimonello – l’amministrazione attuale è tutt’oggi in attesa dell’esito di controllo della Corte dei Conti per una corretta rimodulazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale, verificando la sussistenza delle condizioni minime e di tutte le altre misure necessarie a superare le condizioni di squilibrio rilevate, verificare l’impatto sul bilancio e la sua sostenibilità negli esercizi futuri, ricostruire l’intera massa passiva con finalmente una chiara e separata indicazione dei debiti fuori bilancio. L’approvazione del Bilancio di previsione non è soltanto un passaggio formale. E’ la traduzione tecnica degli obiettivi politici dell’amministrazione comunale, tanto più complessi in considerazione della difficile condizione finanziaria dell’ente. E’ un bilancio di verità e non di retorica. Valuto quindi questo bilancio con l’esito di un lavoro non semplice, iniziato giudiziosamente nella passata consiliatura, ma portato avanti da questa amministrazione con lo sguardo rivolto verso il futuro. Un passo alla volta, con impegno e sacrificio è possibile portare l’ente con successo fuori da questa congiuntura. E’ un traguardo che sono certo possiamo raggiungere insieme, in un’ottica di sinergia tra la città e, chi oggi, è chiamato ad amministrarla. Ancor prima, abbiamo compreso lo stato comatoso in cui versava il comune di Scicli e ci siamo riuniti intorno al rilancio di un progetto di salute pubblica. E’ stata compiuta un’incredibile rimonta a cui solo pochi consiglieri visionari della passata consiliatura, hanno fortemente creduto. Sono stati fatti passi da gigante, operando una grande incredibile rimonta per salvaguardare i livelli dei servizi offerti alla cittadinanza, mostrando grande maturità per evitare il fallimento del Comune e recuperare il drammatico arretro di inadempienza contabile. Ben vengano – termina Scimonello – gli investimenti e le opere strutturali che certamente tutti noi sogniamo per la crescita e lo sviluppo della città, purchè si valuti attentamente la congruenza ai fini del riequilibrio e tenendo in debito conto sostanzialmente che il piano di riequilibrio finanziario pluriennale è in istruttoria presso la Corte dei Conti. Un passo falso determinato dalla decisione di richiedere un mutuo presso la CC.DD.PP., in questo momento di incertezza e senza elementi di fondatezza contabile, significherebbe compromettere il grandissimo lavoro virtuoso portato avanti con il rischio di condurre l’ente alla rovina o bancarotta.”
Il

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.