Calcio, Promozione. Finisce senza reti tra Modica e Ispica

0
575

Finisce a reti inviolate il tanto atteso derby ibleo tra il Modica Calcio e la Virtus Ispica caduto proprio nel giorno in cui il mitico “Zio Pietro” Scollo avrebbe compiuto 100 anni (i tifosi del Modica gli hanno tributato un doveroso ricordo esponendo uno striscione).

Un derby combattuto che tuttavia non ha regalato grosse emozioni alla discreta cornice di pubblico che ha assiepato le tribune del “Pietro Scollo” con una buona rappresentanza di tifosi ospiti.

Partono bene gli ospiti che nel giro di 5′ conquistano due corner che non creano problemi all’attenta difesa dei rossoblu.

Al 13′ è il Modica a farsi vedere in avanti con un calcio di punizione di Pitino che finisce alto sulla traversa non di molto.

Al 17′ punizione dalla trequarti ospite di Basile, i difensori virtussini lasciano sfilare la sfera, ma sul secondo palo Noukri da posizione leggermente decentrata “spara” alto.

Al 25′ altra punizione di Basile, Pitino di testa mette alto sulla traversa.

Al 27′ Ispica in avanti con Adamo che vince un rimpallo sulla sinistra con Vasile entra in area dal alto corto e crossa, Gianchino smanaccia e l’azione sfuma.

Al 37′ ci prova Buscema (ex di turno insieme ad Adamo), ma il suo tiro cross finisce a lato.

Al 41′ Virtus pericolosa in ripartenza con palla che è smistata sulla destra per Paternò, Gianchino in uscita bassa è bravissimo a chiudergli lo specchio della porta deviando in angolo.

Si va al riposo con il risultato ad occhiali.

Nella ripresa al 2′ Virtus Ispica pericolosissima. Blandino perde un pallone sanguinoso vicino alla bandierina di destra, Sirugo entra in area e mette al centro per Paternò controlla e si gira per il tiro, Gianchino in tuffo è bravissimo a mettere in angolo.

Risponde il Modica al 11′. Aliaj dalla sinistra crossa in area, Gesualdi esce a vuoto, la palla arriva sul secondo palo a Noukri che pressato da Di Dio da posizione angolata tira a lato.

Al 26′ La China ha la più ghiotta occasione per la sua squadra. Su una verticalizzazione da centrocampo il nuovo entrato è libero davanti al portiere, ma da buona posizione tira a lato.
Al 28′ il Modica protesta per un calcio di rigore non assegnato. Aliaj entra in area dalla sinistra e viene agganciato da un difensore, per l’arbitro è tutto regolare e indica la rimessa dal fondo tra le proteste rossoblù.

Al 45′ il Modica va in gol. Kebbeh serve sulla sinistra Aliaj che controlla la sfera salta un difensore entra in area e fa partire un tiro a “girare”, che Gesualdi respinge alla meno peggio, sulla sfera si avventa come un falco Vicari che insacca, ma l’arbitro su segnalazione del primo assistente annulla per un improbabile fuorigioco in partenza di Aliaj.

Dopo 5′ il direttore di gara manda tutti sotto le docce con le due squadre che vanno a salutare le rispettive tifoserie.

Modica Calcio 0
Virtus Ispica 0

Modica Calcio: Gianchino, Cassibba, Noukri, Pitino, Blandino, Basile, Vasile (90’Campailla), Galfo (54’Asta), Vicari (91’ Zacco), Kebbeh, Aliaj. A Disp: Mignacca, Paolino, Melilli, Pisana, Denaro, Carpenzano. All. Saro Cervillera.

Virtus Ispica: Gesualdi, Peluso(75’ Marco Bonaventura), Zocco, Di Dio, Presti, Buscema, Paternò, Solari (15′ Lancioni), Sirugo, Adamo (60’ La China), Toscano. A Disp: Puccia, Fabrizio Bonaventura, Cavallo, Filpi, Milana, Di Benedetto. All. Saro Monaca.

Arbitro: Giulio Geraci di Agrigento
Assistenti: Salvatore Debole e Nicola Conticello di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

venti + sedici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.