Ultimo atto delle celebrazioni ieri in contrada Barco a Modica per la festa della Madonna delle Grazie

0
725

Un’intera comunità in festa ha reso omaggio, ieri, alla Madonna delle Grazie. Una celebrazione spiccatamente agreste quella tenuta nella chiesa di contrada Barco, territorio rurale di Modica, che già sin dalle prime ore del mattino era stata annunciata dallo scampanio festoso e dallo sparo dei colpi a cannone. Nel pomeriggio, la santa messa solenne è stata presieduta da don Nunzio Di Stefano, parroco del Sacro Cuore di Modica. Poi, subito dopo la conclusione della celebrazione religiosa, intorno alle 19,30, ha preso il via la processione con la statua della Madonna per via Villa Barco e via Bussello Modica-Giarratana. La processione è stata accompagnata dalla banda musicale Città di Modica Belluardo-Risadelli diretta dal maestro Corrado Civello. In molti i fedeli e i devoti che hanno voluto onorare il simulacro della Vergine. La serata è poi proseguita con la tradizionale vendita dei doni all’asta offerti alla Madonna, la cena di beneficenza. Subito dopo c’è stata la serata danzante animata da Fabio Mallia con la collaborazione di Pippo Cerruto e le sue tastiere. A rendere tutto più dolce la degustazione del gelato artigianale mentre subito dopo si è tenuta la premiazione dei vincitori dei vari giochi a cui ha fatto seguito l’estrazione dei premi sorteggio. Una festa riuscita, in grado di coinvolgere l’intera comunità. “La nostra Madre – ha detto il parroco, don Giorgio Cicciarella – guarda questo popolo pellegrino, popolo di giovani che lei ama, che la cerca facendo silenzio nel proprio cuore nonostante lungo il cammino ci siano tanto rumore, conversazione e distrazione. Ma davanti agli occhi della Madre c’è posto soltanto per il silenzio colmo di speranza. E così Maria illumina di nuovo la nostra giovinezza”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

16 − 13 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.