Il Pd chiede inversione di tendenza nella sanità modicana

Periodicamente i disservizi del sistema sanitario nostrano ottengono gli onori della cronaca: un problema (ovviamente a scapito dei cittadini), un’ondata di critiche all’assessore regionale di turno, prese di posizioni varie da parte del primo cittadino, accomodamenti alla meglio delle problematiche e così via sino alla prossima puntata.
Così è stato per il recente caso della chiusura notturna del reparto chirurgia del “Maggiore “ di Modica per l’assenza di personale medico e così è per il passaggio da unità operative complesse a unità semplici di un altro paio di reparti sempre a Modica.
In un’ampia, lenta e silenziosa scia di dismissioni di servizi, chi è al governo della Regione si occupa della sanità a flash, quando emergono dei picchi di criticità non giustificabili e non riconducibili nell’ormai abusato mantra della “riorganizzazione dei servizi”.
Il Pd di Modica chiede un’inversione di rotta. “Vogliamo – dice il segretario cittadino, Ezio Castrusini – che chi ci governa indichi chiaramente come intende migliorare e potenziare un servizio, quello della sanità, irrinunciabile in termini di efficienza e prossimità e certamente non riconducibile a logiche di spending review.
Non ci ispirano logiche campanilistiche a vantaggio di un territorio e a scapito di un altro quanto invece una visione politica che guardi avanti in termini di creazioni di eccellenze di servizi ben distribuiti su tutto il territorio.
A tal fine chiediamo un incontro con i manager dell’Asp per un confronto e per avanzare le nostre proposte”.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI