M5S: Dal Decreto Crescita 170 mila euro al 100% a fondo perduto anche per Modica

Il Consigliere Comunale, Marcello Medica, in nome e per conto del M5S di Modica, ha inviato una comunicazione ufficiale al Sindaco, Ignazio Abbate, e per conoscenza al Responsabile del Settore V, Giuseppe Patti, avente ad oggetto “Contributo ai comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, predisposto dal Governo con decreto del 30 aprile 2019, n. 34 (DL Crescita) e convertito con la legge n. 58 del 28 giugno 2019”. In pratica, il Consigliere 5 Stelle ha inteso portare all’attenzione del Sindaco tale novità fiscale che potrebbe rivelarsi un valido sostegno per apportare notevoli migliorie agli edifici pubblici di proprietà del Comune, quelli scolastici compresi.
Nella lettera si fa presente che il D.L. 30 aprile 2019, n. 34 “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30 aprile 2019, n. 100 e convertito con la legge n. 58 del 28 giugno 2019, prevede all’art. 30 “Contributi ai comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile”.
Il contributo in questione è attribuito a ciascun Comune sulla base della popolazione residente alla data del 1° gennaio 2018, secondo i dati pubblicati dall’Istat, e ai Comuni con popolazione compresa tra 50.001 e 100.000 abitanti è assegnato un contributo pari a 170 mila euro, pertanto il Comune di Modica ha diritto a tale consistente importo interamente a fondo perduto.
Il Consigliere Medica fa, altresì, presente che in attuazione dell’art. 30 il Ministero dello Sviluppo Economico ha emanato un Decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese il 14 maggio 2019 e tale decreto direttoriale prevede che siano finanziati interventi di efficientamento energetico, tra cui efficientamento dell’illuminazione pubblica, risparmio energetico degli edifici pubblici, installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo territoriale sostenibile tra cui mobilità sostenibile, adeguamento e messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale, abbattimento delle barriere architettoniche; mentre per edifici pubblici si intendono scuole, municipi, strutture sanitarie, centri e impianti sportivi, musei, biblioteche, centri polifunzionali e polivalenti, edilizia popolare e social housing, edifici storico-architettonici di pregio, monumentali o d’interesse culturale, altri edifici pubblici ad uso pubblico. Il Comune beneficiario del contributo, infine, è tenuto ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 31 ottobre 2019. Il Consigliere del M5S di Modica, pertanto, invita l’esecutivo comunale, ove non l’avesse già iniziato a fare, a predisporre, nei tempi preclusivi rispettivamente previsti, tutti gli atti necessari ad ottenere il non indifferente contributo di 170 mila euro al cento per cento a fondo perduto e ci tiene a precisare, infine, che si tratta di un’altra importante possibilità per i Comuni, prevista dal Decreto Crescita, volta ad apportare miglioramenti negli edifici pubblici, contribuendo a far economizzare gli Enti, a dare lavoro e a migliorare la qualità della vita dei cittadini, in particolare dei diversamente abili che spesso non hanno la possibilità di accedere negli uffici pubblici.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI