Oltre mille persone per l’addio alla studentessa modicana Annamaria Linguanti

0
3395

“Ditemi che è uno scherzo, ditemi che sto sognando”. Le parole ripetute da Giorgio Linguanti, il papà della studentessa 18enne Annamaria, deceduta sabato sera per un aneurisma mentre festeggiava in famiglia il diploma appena conseguito al Liceo Linguistico. Un migliaio di persone hanno letteralmente riempito il cortile dell’Oratorio San Domenico Savio a Modica Alta per le esequie concelebrate e presiedute dal Vescovo di Piazza Armerina, Rosario Gisana. Centinaia i giovani accorsi per salutare per l’ultima volta la giovane animatrice dell’oratorio, impegnata nel Grest, espressione sana di sorriso. Un tappeto di fiori, la bara bianca sulla quale piangevano, straziati, papà Giorgio e mamma Loredana insieme alla sorella Chiara. Presente, oltre a molti parroci della città, anche una rappresentanza signifcativa di salesiani. “E’ il momento di stare vicini ai genitori, alla sorella, alla famiglia – ha sottolineato il vescovo -. E’ questo il compito che abbiamo, che hanno coloro che hanno voluto bene ad Annamaria e che gliene vorrà sempre.”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 + 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.