Piano di zonizzazione acustica, il consigliere D’Asta: “Il Sindaco di Ragusa ha accolto le mie richieste”

0
344

“Sostengo da sempre che, anche in questa materia, non si può andare avanti a colpi di ordinanze sindacali. Certo è passato un anno ma meglio tardi che mai. Ha fatto bene il sindaco ad accogliere una mia proposta, ritenuta valida, per regolamentare una questione delicata che ha bisogno degli strumenti adeguati per potere essere affrontata nella maniera dovuta. Altrimenti, avremmo corso il rischio di girarci attorno senza mai venirne a capo”. E’ il commento del consigliere comunale Mario D’Asta dopo avere appreso che il primo cittadino, con propria determina approvata ieri, ha deciso di avvalersi della collaborazione gratuita di un esperto per quanto riguarda la zonizzazione acustica e l’adeguamento del regolamento comunale sul rumore. E tutto ciò a tutela della salute da inquinamento acustico. “Più volte – aggiunge D’Asta – ho sollevato in Consiglio comunale la necessità di addivenire a un regolamento che potesse in maniera definitiva porre fine alla diatriba tra residenti e operatori economici della movida. Ho chiarito più volte che fino a quando non si metterà mano al piano di zonizzazione acustica, propedeutico all’approvazione del regolamento per la tutela del benessere acustico, corriamo il rischio di girare attorno al problema senza mai risolverlo in via definitiva. E, a quanto pare, anche stavolta il sindaco mi ha sentito e ha preso l’unica decisione possibile. Avevo chiesto, infatti, che la questione, essendo di pubblico interesse, potesse essere affrontata senza posizioni pregiudizievoli e divisive. Adesso speriamo che questo strumento, parlo della zonizzazione acustica, rimasto fermo nei cassetti della Regione e che punta ad offrire delle risposte fondamentali al servizio della città e delle istituzioni per programmare interventi in diversi settori della vita cittadina che tengano nel giusto conto il diritto alla salute, il diritto alla vivibilità, con le necessarie ragioni dei commercianti, che si scommettono nel campo della economia e del turismo, oltre che dei cittadini tutti, possa trovare una propria identità grazie al supporto dell’esperto che opererà su incarico dell’amministrazione comunale. Ci si dovrà dare da fare, insomma, per sradicare le criticità esistenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

venti − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.