Giarratana e le chiese nel territorio Ibleo

0
453

Dopo aver consegnato al Sindaco di Ragusa le ricerche sulle chiese e sulle opere d’arte in esse contenute, con prodotti multimediali che saranno depositati nella biblioteca comunale, i ragazzi di alcune classi del Liceo Scientifico (3^A- 4^A – 5^A- IV Bs.a.- V^E), coordinati dal Docente di Disegno e Storia dell’arte, Salvo Giliberto, ripeteranno la medesima esperienza di consegna delle ricerche, con Dia-proiezioni commentate, su invito dell’Amm.ne Comunale di Giarratana.
Il Sindaco della cittadina Iblea, Bartolo Giaquinta, e l’assessore alla Cultura, Giusi Grazia Balsamo, hanno organizzato una manifestazione per visionare le ricerche delle Chiese del territorio che non è stato possibile visionare a Ragusa e che interessano alcune cittadine degli Iblei.
Saranno otto le chiese oggetto di ricerche, di cui si sono approfonditi i caratteri architettonici, quelli stilistici delle opere d’arte contenute e degli artisti che le hanno realizzate. Precisamente per la citta’ di Giarratana la chiesa di San Bartolomeo e di Sant’Antonio, per Monterosso la Chiesa di San Giovanni Battista, per Santa Croce Camerina la Chiesa Madre, Chiaramonte Gulfi la Chiesa di Santa Maria LaNova e il Santuario di Maria SS. Di Gulfi, Comiso la Chiesa di Santa Maria delle stelle e per Mazzarrone la chiesa di San Giuseppe.
La manifestazione di consegna si svolgerà Venerdì 14 Giugno, allee 18,30, presso l’Auditorium di Palazzo Barone, a Giarratana, con una Dia-Proiezione commentata dagli stessi ragazzi che hanno realizzato i lavori e che sono residenti in queste ridenti cittadine ma frequentano il Liceo Scientifico “E. Fermi “ di Ragusa, da fuori sede.

I ragazzi interessati avranno l’occasione, come quelli residenti a Ragusa, di far apprezzare i loro lavori di approfondimento dei beni culturali delle citta’ di residenza al fine di sensibilizzare alle problematiche ambientali e di salvaguardia del patrimonio artistico di tutto il territorio Ibleo.

Unitamente alle chiese ed al pregio architettonico (prettamente barocco) gli studenti avranno modo, quindi, anche a Giarratana, di far apprezzare la catalogazione di artisti di fama internazionale come il Marabitti , Mattia Preti, Pietro Novelli, Duilio Cambellotti, Vito D’Anna, Marcello Vieri ed altri meno noti ma altrettanto importanti come i Gianforma , Francesco e Vincenzo Manno, Antonino Balistreri , Salvatore Bagnasco (che realizzo’ la statua lignea di San Giuseppe a Santa Croce ), il sacerdote/pittore Gaetano Distefano da Chiaramonte, lo scultore Moschetti, il pittore ragusano Giovanni di Natale assieme a tanti altri artisti considerati minori che fanno parte integrante e pregnante del patrimonio culturale degli Iblei.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.