Modica. Salvatore Boncoraglio, Maria Elena Arcieri e Nicolò Iemulo vincitori della XI Edizione del Premio “Quasimodo”

5
1570

Premiazione  al Teatro Garibaldi di Modica dei 49 studenti finalisti della XI Edizione del Premio di Poesia Salvatore Quasimodo “La terra impareggiabile”, organizzato dal Caffè Letterario Quasimodo. E’ stato il Presidente del Circolo culturale modicano, Domenico Pisana, ad introdurre la serata, dando un saluto agli studenti finalisti, ai Dirigenti scolastici, ai rappresentanti della stampa, della cultura e delle associazioni, nonché alle autorità civili, presenti oltre che con il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, anche con il Presidente del Consiglio Comunale, Carmela Minioto, e il capo di Gabinetto della Prefettura di Ragusa, Gabriele Barbaro.
Presenti alla cerimonia anche le autorità militari con il comandante della Stazione dei Carabinieri di Modica, Antonio Reitano, sostituto Commissario di polizia, Giuseppe Puglisi, Giulia Intrisano, comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Modica, il vice comandante della Polizia locale di Modica, Giorgio Ruta, il comandante della polizia stradale di Ragusa, Gaetano Di Mauro; presente anche il Vicario foraneo della Chiesa di Modica, don Umberto Bonincontro.
Dopo il saluto del sindaco di Modica, Domenico Pisana ha evidenziato la ratio di fondo del Premio con tre aspetti fondamentali: la memoria, la bellezza, e l’educazione ai valori della cittadinanza, della solidarietà e della legalità, e in questo quadro educativo e valoriale ha invitato tutti gli intervenuti alla cerimonia ad osservare un minuto di silenzio per ricordare la strage di Capaci ove persero la vita Giovanni Falcone, la moglie e la scorta, quindi si è passati a premiare gli studenti finalisti e a proclamare i vincitori delle tre Sezioni del Premio, dedicate alla memoria di “Concetta Nicastro”, “Giorgio Candiano” e “Giovanni Modica Scala”, nonché i vincitori dei Premi Speciali dedicati alla memoria di “Giorgio Buscema”, “Grazia Minicuccio”, “Mario Agosta” e “Giovanni Spampinato”. Hanno chiuso la cerimonia gli interventi di Enzo Drago, Marinella Ruffino del Museo Casa natale Salvatore Quasimodo e Tonino Cannata, sovrintendente del Teatro Garibaldi, i quali hanno sottolineato la valenza educativa e sociale del Premio.

Vincitori delle tre Sezioni del Premio e classificati al 2° e 3° posto :
– Per la Sezione “Concetta Nicastro” , Scuola primaria , Salvatore Boncoraglio dell’ Istituto della Scuola “Giacomo Albo” di Modica con la poesia “I Colori di Modica”. Al 2° posto si è classificata Livia Battaglia di Giarratana, al 3° posto Carlotta Assenza di Modica.
– Per la Sezione “Giorgio Candiano” , Scuola media, Maria Elena Arcieri dell’ Istituto Comprensivo “L. Capuana”” di Giarratana-Monterosso con la poesia “A mia madre”; Al 2° posto e 3° posto si sono classificati Gaia Zocco e Sofia Quartarone dell’Istituto Comprensivo “L. Da Vinci” di Ispica;
– Per la Sezione “Giovanni Modica Scala” , Scuola media superiore , Nicolò Iemulo del Liceo Scientifico “Galilei-Campailla” di Modica con la poesia “Considerasti”. Al 2° posto si è classificata Paola Di Stallo del Liceo classico Umberto I di Ragusa, e al 3° posto Gaia Torchi del Liceo classico Campailla di Modica.

Vincitori dei Premi speciali
Il vincitore del Premio speciale in memoria di “Giovanni Spampinato”, giornalista vittima di mafia, è andato a Bianca Emmolo della Scuola Media “Giovanni XXIII” di Modica per la poesia Uno, due, tre..cento” ; mentre il Premio speciale dedicato al giornalista Giorgio Buscema è stato assegnato a Marta Minardi dell’Istituto Comprensivo “L. Capuana” di Giarratana Monterosso per la poesia “Muntirussu”.
Alla studentessa del Liceo Classico di Modica “Galilei-Campailla”, Edgarda Di Martino, è andato il Premio speciale della Giuria in memoria dello scrittore Mario Agosta per la poesia “Silenzi”, mentre a Erica Giucastro dell’Istituto Comprensivo “L. Capuana” di Giarratana è stato assegnato il Premio Speciale “Solidarietà” dedicato a “Grazia Minicuccio”, per la poesia “Fathou”.
Infine, è stato assegnato una “Menzione di merito” fuori concorso all’Istituto Comprensivo “Raffaele Poidomani” di Modica per un progetto sulla poesia realizzato dalle classi seconde del Plesso di via Risorgimento. E’ stata direttamente la Dirigente scolastica, Concetta Spadara, a ritirare il Riconoscimento.
“ Anche questa IX Edizione, – afferma Domenico Pisana – ha fatto registrare una bella partecipazione; la qualità degli elaborati è stata apprezzabile perché gli studenti si sono calati nei temi loro proposti con un approccio creativo alle loro città in tutte le varie articolazioni: paesaggistiche, barocche, enogastronomiche, religiose, monumentali ed artistiche, nonché sui temi liberi, tra i quali il bullismo a scuola, e su quelli dedicati alle sezioni speciali. Ringrazio tutti i supporters, aziende, associazioni e privati che hanno patrocinato la dotazione dei premi previsti dal concorso, le autorità e le personalità che hanno premiato i vincitori, nonché le scuole iblee che hanno aderito alla nostra iniziativa”.

5 Commenti

  1. Bella iniziativa, ma sarebbe il caso fra i tanti premi di istituirne uno in memoria del più Grande poeta modicano, CARMELO ASSENZA.
    Visto che l’articolo sopra dice : “Dopo il saluto del sindaco di Modica, Domenico Pisana ha evidenziato la ratio di fondo del Premio con tre aspetti fondamentali: la MEMORIA, la bellezza, e l’educazione ai valori della cittadinanza…”
    Se appunto vogliamo avere Memoria qualcosa si dovrebbe fare!

  2. Condivido con Meno, il mio consiglio è di istituire un concorso nazionale di poesia a Modica che lo renda famoso, come in tante altre città d’Italia inserite nell’Unesco che lo organizzano ogni anno, anche se uno esiste ma non sembra molto conosciuto.
    Altro consiglio, essendo la nostra città inserita anch’essa nell’Unesco proporrei di organizzare ogni anno la fiera del libro che per Modica le manca tanto. Immancabilmente arriveranno gli appassionati della lettura da tutte le parti d’Italia.

  3. Meno
    Bella iniziativa, ma sarebbe il caso fra i tanti premi di istituirne uno in memoria del più Grande poeta modicano, CARMELO ASSENZA.
    Visto che l’articolo sopra dice : “Dopo il saluto del sindaco di Modica, Domenico Pisana ha evidenziato la ratio di fondo del Premio con tre aspetti fondamentali: la MEMORIA, la bellezza, e l’educazione ai valori della cittadinanza…”
    Se appunto vogliamo avere Memoria qualcosa si dovrebbe fare!

    Moderatore
    Gent.mo Meno, Le ricordiamo che al poeta Carmelo Assenza il Caffè Letterario Quasimodo di Modica ha intestato la Sezione Scuola primaria nelle Edizioni 2016- 2017- 2018 ; nei medesimi anni ha intestato le Sezioni Scuola Media e Scuola Superiore ai poeti modicani Elio Galfo e Renato Civello. Periodicamente, però. ha deciso di alternare l’intestazione delle Sezioni , scegliendo altri personaggi che hanno dato lustro alla città di Modica. Tanto per sua conoscenza, cordiali saluti.
    Domenico Pisana

  4. @Redazione
    Grazie per la risposta.
    Encomiabili le iniziative del Caffè letterario, ma reputandolo come il più importante poeta dialettale di Modica, credo che meriterebbe l’istituzione di un premio annuo e non uno, una tantum. Proprio per mantenerne sempre vivo il ricordo.
    Comunque è un mio parere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.