Promozione. Il Ragusa calcio rifila una quaterna al Floridia fuori casa e mantiene saldamente la vetta della classifica

0
291

Una prestazione caparbia e rotonda. Un risultato convincente, che non ammette repliche, ottenuto contro un avversario che sta onorando sino in fondo il campionato. Il Ragusa Calcio torna da Solarino con tre punti importantissimi in saccoccia e quando mancano tre partite alla conclusione della stagione regolare può contare su un vantaggio risicato che cercherà di mantenere inalterato sino alla fine. “Vincere sul Floridia non è stato semplice – sottolinea l’allenatore Filippo Raciti – prova ne sia il fatto che il 4-0 è maturato nella ripresa quando i padroni di casa hanno sofferto la corsa dei nostri. Nel primo tempo, comunque, avevamo avuto qualche occasione limpida ma era stato bravo il loro portiere a neutralizzarle. Poco importa. Ci interessava riuscire a superare anche questo momento perché venivamo da un turno infrasettimanale non semplice, con una squadra falcidiata dalle assenze. Ma, ancora una volta, abbiamo dimostrato di non volerci fermare neppure di fronte a difficoltà evidenti”. Raciti, d’accordo con il resto della squadra, ha dedicato il successo a Franco Gargiulo, l’attaccante argentino che, dopo uno scontro di gioco nel match con il Caltagirone, ha subito la rottura del setto nasale e, negli ultimi giorni, è stato operato per questo stesso motivo. “Auguriamo a Franco di tornare al più presto in campo – continua Raciti – e speriamo che si possa festeggiare tutti assieme la conquista del traguardo più importante. E, però, non dobbiamo dimenticare che mancano ancora tre partite che possono nascondere insidie di un certo tipo. Quindi, approfitteremo di questa settimana che ci si para innanzi per tirare un poco il fiato e per ossigenare la mente nella maniera dovuta dopo l’intensità emotiva degli ultimi giorni. Per fortuna e per bravura siamo riusciti a conquistare nove punti in tre gare visto che i concorrenti diretti ci fanno sentire il fiato sul collo e quindi sappiamo che non possiamo distrarci un attimo. E così sarà anche per le prossime tre partite”. Gli azzurri hanno rotto il ghiaccio, in termini di marcature, con Floro Valenca ad inizio ripresa, dieci minuti dopo ci ha pensato Passewe, quindi Mogni dopo altri dieci minuti e a cinque minuti dalla fine è stato Principato a firmare la quaterna. “Un grosso ringraziamento – conclude Raciti – va ai nostri tifosi, anche ieri in numero consistente a sostenerci. E’ davvero importante potere contare sull’affetto del tifo fuori e dentro casa. Sono davvero il dodicesimo uomo in campo e la loro presenza è irrinunciabile”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.